Warning: trim() expects parameter 1 to be string, array given in /web/htdocs/www.altaterradilavoro.com/home/wp-content/plugins/the-events-calendar/src/Tribe/Main.php on line 2397
novembre 1, 2017 – Alta Terra di Lavoro

Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

GIOVANNI SALEMI E’ TORNATO ALLA CASA DEL PADRE

Posted by on Nov 1, 2017

GIOVANNI SALEMI E’ TORNATO ALLA CASA DEL PADRE

Il Comm. Giovanni Salemi, per noi Napolitani Borbonici il Comandante, oggi ha imboccato la strada dei Campi Elisi per tornare alla casa del Padre. I funerali si terranno domani 2 novembre a Capua alle ore 16

Caro Giovanni con il cuore in mano e con un coro di preghiere ti accompagniamo a raggiungere gli amici Pietro, Errico, Pasquale, Don Massimo e tutti i Napolitani che in questo funesto 2017 hanno raggiunto la casa del Padre che ti stanno aspettando con la nostra bandiera in mano. Ci mancherai molto Giovanni, come già ci mancano tutti gli altri, ma tutti insieme andate da Nostro Signore a chiedergli umilmente di perdonarci e ci faccia tornare degli uomini Napolitani liberi, liberi da questa schiavitù che da troppi anni ci tiene prigionieri. Tempo fa, in uno dei tanti nostri convegni, mi dicesti se avresti fatto in tempo a vedere il tuo Regno, la tua Nazione di nuovo libera ebbene sono certo che lo vedrai molto presto da un osservatorio privilegiato anche grazie al tuo decisivo intervento e a quello di tutti gli altri amici che ti stanno aspettando.

GIOVANNI SALEMI L’ASS. ID. ALTA TERRA DI LAVORO TI SALUTA IN UN SOLO MODO, QUELLO CHE PIU’ TI PIACE

 

VIVA ‘O RRE

 

 

 

 

 

 

Read More

QUESTIONE…ITALIANA-seconda parte-

Posted by on Nov 1, 2017

QUESTIONE…ITALIANA-seconda parte-

Dopo la fortunosa unione italiana sotto l’egemonia piemontese, di cui tutti sappiamo ormai la vera storia, il problema della ‘questione italiana’ fu risolta per gli inglesi, ma rimase ancora un problema per gli ‘italiani’, i quali erano diversi, e di fronte a queste differenze, all’ostilità manifestata da importanti forze interne quali i cattolici e alle difficoltà nei rapporti con i paesi confinanti (Austria e  Francia) invece di proporre delle leggi federaliste per una certa autonomia locale, il nuovo Stato reagì adottando un modello amministrativo di tipo centrista e autoritario, in cui le autonomie locali venivano sottoposte al rigido controllo del governo piemontese.

Read More