Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

ALDO VUCAI UN ESEMPIO PER TUTTI NOI

Posted by on Giu 29, 2017

ALDO VUCAI UN ESEMPIO PER TUTTI NOI

Quando un movimento nasce dal basso in maniera spontanea è difficilmente controllabile se poi questo è l’anima di un popolo, di una nazione, di un Regno allora viene avanti come un fiume in piena.

     I fiumi in piena che avanzano hanno una forza travolgente e nelle acque troviamo di tutto, la stessa cosa accade con il movimento Ientitario Napolitano che avanza dirompente ingrossandosi sempre di più e dove troviamo tante anime, chi pensa di aver trovato la sua strada, chi invece vuole cavalcare la moda, chi lo fa perché profondamente anti-juventino, e chi veramente crede totalmente nella nostra storia e lo fa per spirito di vocazione.

    Se devo pensare ad un Insorgente, Lazzaro, Brigante, Napoletano, Napolitano, Regnicolo e Cattolico senza se e senza ma la prima persona che mi viene in mente è certamente Aldo Vucai, un uomo che come pochi ama la sua città, Napoli, la sua Terra, la sua Identità Napolitana e Borbonica, il suo modo di essere Regnicolo e Cattolico insomma un uomo che a pieno diritto potrebbe sedere nell’Olimpo della nostra Civiltà.

     Non è un personaggio ma una persona, un uomo e artigiano che dal suo osservatorio privilegiato di San Gregorio Armeno, sono certo che un suo avo ha contribuito a generare il pensiero filosofico del Vico, riesce a diffondere il nostro modo di essere Napolitani come pochi. Non ama le luci della ribalta e come tutti i napoletani veri che vivono nel centro storico riesce ad essere il collante delle varie anime del nostro mondo e punto di riferimento per tutti noi.

    Essendo una delle espressioni massime della nostra civiltà Aldo non poteva che essere generoso, ma quella vera, quella nostra, quella cattolica dove si da senza chiedere nulla in cambio e senza propaganda, e noi dell’Ass. Id. Alta Terra di Lavoro dal 2016 siamo onorati di essere destinatari di questo sentimento nobile che Aldo, insieme ad Enrico Napolitano, ci dona.

     Il Premio Terra Laboris, che quest’anno ha battezzato la sua seconda edizione, nasce da un’idea del nostro vice presidente Fiorentino Bevilacqua ma purtroppo per lui, si fa per dire come diceva Totò, Aldo Vucai ed Enrico Napolitano grazie alla loro arte Presepiale gli hanno dato l’impronta più importante.

     La cornucopia simbolo della Terra di Lavoro che con tanto amore e passione creano ogni anno è un premio di enorme pregio e il fatto che non è mai uguale a quello dell’anno precedente da prestigio ai maestri, onore a chi li da e grande gioia a chi li riceve.

L’Ass. Id Alta Terra di Lavoro ringrazia pubblicamente i maestri Presepiali Aldo Vucai ed Enrico Napolitano

Potete ammirare di seguito il Premio 2016 e il Premio 2017, dove noterete la diversità, oltre ad alcune foto di Aldo insieme alla S.A.R. Carlo di Borbone di Napoli e S.A.R. Beatrice di Borbone di Napoli.

Claudio Saltarelli

 

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*