Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Asino che Raglia, meraviglioso

Posted by on Mar 4, 2017

Asino che Raglia, meraviglioso

Ogni giorno ringrazio Dio per avermi fatto nascere e vivere nel Regno e in Terra di Lavoro e per questo sono una persona fortunata ma da qualche tempo, pensando ad un’altra opportunità di vita, ovvio che parlo solo di cose fantasiose, che nostro Signore potrebbe darmi, ma in un corpo di un animale, i miei pensieri si complicano e la scelta diventa complicata.

Tutti vorremmo essere un Aquila, una Tigre, un Leone, un Lupo, un Delfino o anche un Falco ma se la mia scelta si limita ad una fattoria tradizionale bisogna fare molta attenzione nello scegliere l’animale più adatto a noi. Ho pensato ad un cane ma, anche se dovesse essere un molosso, l’ho scartato perché troppo fedele all’uomo e visto che lo sono ora troppo comodo. Un gallo? Molti sono bellissimi e meravigliosi e anche se sono dei veri Don Giovanni la mattina si alzano troppo presto per dare la sveglia e poi hanno un collo troppo lungo. La Gallina anche se fa le uova e le cova mi da l’idea, sbagliando sicuramente, di essere troppo stupida. La pecora? ho constatato in prima persona che è veramente limitata e passiva, se poi una mattina si dimenticano di mungerla ha grossi problemi e il suo formaggio non lo digerisco. Mi direte il Montone allora, troppo luciferino nell’aspetto quindi l’ho scartato. Il cavallo sicuramente ti piacerà ma chi alleva cavalli mi dice che hanno una intelligenza molto limitata come si dice a Napoli è bello ma non balla. Il Toro? Non ne vale più la pena perché ormai come riproduttore ha perso la sua identità visto che il seme lo mettono in provetta per ingravidare le vacche e se non monti più che Toro sei? Le Mucche troppo femminili per il mio carattere e hanno lo stesso problema delle pecore se non le mungi!!!il Maiale campa troppo poco e se non muore dopo un anno schiatta perché diventa una mongolfiera di grasso, la scrofa poi è meglio farla fare a qualcun altro. I piccioni? Vengono allevati per mangiarli o al sugo o con la polenta meglio di no. Alla fine la mia decisione cade sull’Asino che è veramente un nobile animale, mi dicono gli allevatori che è molto piu intelligente del cavallo, è un animale di fatica con un enorme pazienza, quindi affidabile, ma quando perde la pazienza non molla non cede e difende la sua dignità. Produce un latte di altissimo livello che fin dall’antichità le donne lo usano per migliorare la propria bellezza e se invece lo trasformano in formaggio lo si vende a 5000 euro al kg. L’Asino maschio poi ha delle qualita genitali che lo pongono su un piedistallo e per un maschio tradizionale come me ha un suo peso. Come tifoso del Napoli rappresenta il simbolo della mia squadra, anche se spero che un giorno si ritornerà ad usare il corsiero del sole, ma la cosa più importante è che l’Asino è il destriero di nostro signore Gesù e per un cattolico napoletano come me è un dono divino. Un’altra cosa mi ha fatto scegliere ‘O Ciuccio è che è vero che è un ruminante come molti animali della fattoria ma rispetto a loro, che non alzano mai la testa, Raglia e quando lo fa alza gli occhi al cielo e puo ammirare il cielo stellato, le fasi della Luna, le nuvole in tutte le stagioni, gli Ufo, le Stelle Cadenti, gli Arcobaleni insomma sarei veramente felice se diventassi un Asino che Raglia perché sarei anche un Asino sognatore. Ringrazio le persone che mi hanno accostato a questo splendido animale perché per me è un vero onore, peccato che lo fanno dietro uno schermo perché se lo facessero dal vivo potrei ringraziarli personalmente ma da chi si definisce orgogliosamente abitante della Ciociaria non si puo chiedere un comportamento così nobile.

Claudio Saltarelli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: