Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

“Carnevale di Bailardo” A Cassino

Posted by on Gen 15, 2020

“Carnevale di Bailardo” A Cassino

l’ assessore Danilo Grossi:

“Torna nella nostra città la tradizione del Carnevale” DI REDAZIONE · 2 FEBBRAIO 2015

Quest’anno la tradizione del Carnevale torna in maniera importante nella città di Cassino.” A renderlo noto l’assessore alla cultura del Comune di Cassino Danilo Grossi che ha annunciato un’edizione 2015 del ‘Carnevale di Bailardo’ con tante novità grazie all’impegno ed alla fondamentale collaborazione dell’Atc (Associazione Arte, Cultura e Turismo). “Il progetto – ha continuato Grossi – è quello di riprendere una oramai antica e consolidata tradizione del cassinate per riportarla ai vecchi albori. Per far questo l’Atc ha contattati i famosi ‘carristi’ della città di Pontecorvo che si sono resi disponibili ed hanno sposato l’idea di effettuate incontri nelle scuole di Cassino con l’obiettivo di trasmettere ai ragazzi la vera essenza del carnevale e le proprie conoscenze nel campo della progettazione di un carro. In questo percorso i carristi di Pontecorvo hanno affiancato i ragazzi delle scuole nella creazione di un primo carro di Cassino per l’edizione di quest’anno del carnevale. Ma il vero obiettivo è quello di specializzare i ragazzi in modo da renderli autonomi nel realizzare più carri contemporaneamente. Un progetto che si estende anche alle associazioni, oltre che alle scuole, e che prevede anche lezioni su quelle che sono ‘le tecniche del Carnevale’ (dalla realizzazione di maschere a tutto ciò che la tradizione vuole per creare un clima di allegria e divertimento). In questo modo tutti, all’unisono, saranno pronti a dare il proprio contributo e realizzare per Cassino qualcosa che finora non è stato mai fatto. Cassino città di riferimento anche per il carnevale per i comuni limitrofi così come avviene per i più rinomati carnevali della penisola. Ovviamente come punto di partenza e maschera rappresentativa della città è stata scelta quella del famoso Bailardo. Per chi non lo conoscesse, a Bailardo viene attribuita la difesa del ponte del Garigliano quando, nell’ambito della guerra tra francesi e spagnoli per la conquista del Regno di Napoli, nella notte del 28 dicembre 1503, Bailardo, che era al seguito delle truppe francesi guidate dal marchese di Saluzzo, da solo riuscì a fermare per mezz’ora 200 cavalieri spagnoli sul ponte del Garigliano, dando ai francesi il tempo di trovare riparo a Gaeta. Ed è partendo da una maschera nostrana che la domenica di carnevale daremo vita ad una giornata di vera tradizione con i carri che, sin dal mattino, saranno posizionati presso piazza Garibaldi (nei pressi della stazione). La mattinata sarà allietata da una serie di animazioni realizzate dai commercianti ed associazioni della zona. Dopo di che, a partire dalle 14.30 la sfilata dei carri, accompagnata da musica, passerà per le vie principali della città fino a raggiungere piazza Labriola, dove i carri sosteranno ed il pomeriggio proseguirà con balli ed animazioni di vario per tutti, con la possibilità di gustare le prelibatezze dolciarie e rustiche del carnevale. Un evento che si ispira alla tradizione dei più grandi carnevali italiani e che rappresenta, insieme alla giornata organizzata sempre per il carnevale dalla Pro Loco, anche un’opportunità importante dal punto di vista turistico con ricadute positive per le attività commerciali di Cassino. Voglio ringraziare l’Associazione ATC per la passione e l’impegno mostrato nella realizzazione di questa iniziativa. Un’altra prima edizione che mira a diventare un appuntamento fisso per la città e che sono certo migliorerà di anno in anno.”

Luigi Musto

fonte giornalenuovo.it

pubblicato il 2 febbraio 2015

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: