Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Eppure Ferdinando II non aveva studiato alla… Bocconi

Posted by on Apr 4, 2020

Eppure Ferdinando II non aveva studiato alla… Bocconi

tra i novatores napoletani, i filosofi del fare e non delle chiacchiere, ci fu Ferdinando Galiani che capì che la ricchezza di una società, comunità non passava attraverso la patrimonializzazione delle ricchezze o delle rendite ma attraverso la circolazione della moneta, la moneta più circola e più la ricchezza aumenta e si distribuisce. I liberali che auspicavano la modernità ma che ci hanno regalato il modernismo e, come disse il grande Zitara, lo sono ma con le cose degli altri,  e i borghesi che alla fine hanno creato il borghesismo e l’unico cosa che hanno a cuore e accumulare ricchezze e protezione, che però devono fare altri, dei propri averi hanno fatto ben altro. Chi attuo le teorie del Galiani e dell’altro grande , Genovesi, attraverso Ludovico Bianchini fu Ferdinando II di Borbone creando uno stato che ancora oggi è preso ad esempio, per gli addetti ai lavori, come il migliore modello possibile. Grazie anche al lavoro del Dr. Ubaldo Sterlicchio, di seguito riportato, possiamo apprezzare la politica illuminata, umana e lungimirante di Ferdinando II. Bastava che fosse vissuto una decina di anni  in più e dopo la sconfitta dei francesi a Sepang, con la conseguente crisi del modello economico giacobino, che la grandiosa visione economica di Ferdinando II figlia del Genovesi, del Galiani, del Filangieri e attuata dal Bianchini fosse risultata quella vincente.

Read More

Ferdinando II di Borbone, il re che detestava l’aristocrazia e amava il popolo

Posted by on Mar 29, 2020

Ferdinando II di Borbone, il re che detestava l’aristocrazia e amava il popolo

Pubblichiamo un estratto del libro sul re delle Due Sicilie che Michele Eugenio Di Carlo sta per dare alle stampe. L’autore racconta la fine del Regno delle Due Sicilie. Notevole il ritratto di Ferdinando II descritto da Raffaele De Cesare: “Nessuno meglio di De Cesare è riuscito a descrivere la figura di re e di uomo di Ferdinando II”

Read More

Regno delle Due Sicilie: storia di un sovranismo negato

Posted by on Feb 18, 2020

Regno delle Due Sicilie: storia di un sovranismo negato

La retorica riguardante il Risorgimento italiano dimentica di riportare le ingerenze con cui gli inglesi perseguirono i propri interessi di politica estera a discapito della sovranità del regno di Ferdinando II. Alcuni saggi di notevole valore storiografico fanno luce su vicende colpevolmente tralasciate.

Read More

LA QUESTIONE DEGLI ZOLFI-RACCONTATA EGREGIAMENTE DA ALIANIELLO

Posted by on Feb 7, 2020

LA QUESTIONE DEGLI ZOLFI-RACCONTATA EGREGIAMENTE DA ALIANIELLO

GLI ZOLFI SICILIANI E L’ORGOGLIO DI FERDINANDO II

L’odio inglese per le Due Sicilie, che si manifestò in tutta la sua virulenza nel 1860 col sostegno armato agli invasori piemontesi e garibaldini (anch’essi piemontesi), aveva una radice molto antica, era cominciato nel 1836 con la questione degli zolfi, una questione di altissimi interessi che aprí una crisi profondissima, duratura e insanabile tra Napoli e Londra, nonostante anche i successivi accomodamenti diplomatici, e rischiò di portare allo scontro bellico i due Stati. La vicenda è raccontata egregiamente da Alianiello nel suo libro «La conquista del Sud». Riproponiamo quella pagina perché emblematica dell’amore di Ferdinando II per la Patria Due Sicilie:

Read More

UN ROI PAR LE BARON LÉON D’HERVÉY-SAINT-DENÏS ET D. CARLO MONTELIETO

Posted by on Gen 31, 2020

UN ROI PAR LE BARON LÉON D’HERVÉY-SAINT-DENÏS ET D. CARLO MONTELIETO

Riportiamo uno stralcio su Filangieri per invogliarvi alla lettura:

“Comme militaire et comme négociateur, il réalisa constamment, dans sa plus large et sa plus noble interprétation, cette belle maxime de son père; 

— «Faire, dans la guerre, le moins de mal; dans la paix, le plus de bien possible.» 

Voici l’adresse que la légion étrangère, au service du gouvernement révolutionnaire, lui fit parvenir avant de quitter la Sicile: 

«A son excellence le lieutenant-général commandant en chef l’armée napolitaine, prince de Satriano. 

Read More

L’occupazione inglese della Sicilia e la propaganda anti-borbonica (parte 2)

Posted by on Gen 27, 2020

L’occupazione inglese della Sicilia e la propaganda anti-borbonica (parte 2)

Un altro episodio che ha drasticamente peggiorato i rapporti tra la corte inglese e quella borbonica è stato il matrimonio di Carlo Ferdinando di Borbone, principe di Capua e fratello di re Ferdinando II, con una irlandese di nome Penelope Smith. Nel 1836 re Ferdinando II, profondamente contrario alle nozze di familiari con borghesi per di più di nazioni ostili, emanò un decreto per impedire l’espatrio dei membri della famiglia reale e considerare nulli i matrimoni di questi senza la sua benedizione. 

Read More
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: