Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

COSA INTENDEVA SAN BENEDETTO CON ”ORA ET LABORA”

Posted by on Mar 27, 2020

COSA INTENDEVA SAN BENEDETTO CON ”ORA ET LABORA”

“L’ozio è nemico dell’anima; e quindi i fratelli devono in alcune determinate ore occuparsi nel lavoro manuale, e in altre ore, anch’esse ben fissate, nello studio delle cose divine”
Così dice san Benedetto da Norcia nella sua Regola (XLIII, 1).
D’altronde questo Santo è ricordato per il famoso ora et labora che si traduce semplicemente con prega e lavora.
È questa, però, una traduzione che traduce sì (scusate il gioco di parole), ma che non rende effettivamente l’idea di cosa volesse davvero dire san Benedetto e soprattutto dell’enorme portata innovativa di questa affermazione.

Read More

LA LIBERTÀ DELLA CHIESA E LA CONDANNA DEL VESCOVO DI ALMIRA MONSIGNOR CARLI (Pubblicato il 18 dicembre 1861)

Posted by on Mar 24, 2020

LA LIBERTÀ DELLA CHIESA E LA CONDANNA DEL VESCOVO DI ALMIRA MONSIGNOR CARLI (Pubblicato il 18 dicembre 1861)

(Corrispondenza particolare de l’Armonia). Lessi non ha guari nell’armonia del 28 testé scaduto novembre la sentenza pronunciata contro Monsignor Gaetano Carli, per cui questo Prelato viene condannato a 50 giorni di carcere e 27 lire per le spese del processo, essendo tenuto colpevole di avere «diffusi scritti a stampa contro il governo del Re, tendenti, dice la Nazione, ad inspirare sentimenti reazionari nelle popolazioni».

Read More

STORIA DELLA FORMULA LIBERA CHIESA IN LIBERO STATO

Posted by on Mar 23, 2020

STORIA DELLA FORMULA LIBERA CHIESA IN LIBERO STATO

Questa formola ormai famosa di libera Chiesa in libero Stato nasceva in Francia il 22 di ottobre dell’anno 1800. Carlo di Montalembert mandavate in Italia da La Roche en Breny, villaggio di duemila cinquecento abitanti, nello spartimento Cóte-d’Or. Il conte di Cavour l’11 di ottobre del 1860 avea detto nella Camera dei deputati: «lo credo che la soluzione della questione Romana debba essere prodotta dalla convinzione che andrà sempre più crescendo nella società moderna, ed anche nella grande società cattolica, essere la libertà altamente favorevole allo sviluppo del vero sentimento religioso. Io porto ferma opinione, che questa verità trionferà fra poco. Noi l’abbiamo già vista riconoscere anche dai più appassionati sostenitori delle idee cattoliche: noi abbiam veduto un illustre scrittore in un lucido intervallo dimostrare all’Europa con un libro che ha menato gran rumore, che la libertà era stata molto utile al ridestamento dello spirito religioso (1)».

Read More

CINQUE DISEGNI DI LEGGE CHE SERVONO A COMMENTARE LA FORMOLA LIBERA CHIESA IN LIBEBO STATO

Posted by on Mar 20, 2020

CINQUE DISEGNI DI LEGGE CHE SERVONO A COMMENTARE LA FORMOLA LIBERA CHIESA IN LIBEBO STATO

Ci sembra opportuno riunire insieme cinque disegni di legge presentati alla Camera da due ministri, da due deputati, e da una Giunta Parlamentare. Sono la miglior prova della sincerità della formola libera Chiesa in libero Stato, e la più bella dimostrazione della sapienza legislativa dei membri che compongono il primo Parlamento italiano. Lo storico che avrà la pazienza di esaminare un po’ tritamente queste cinque proposte, potrà dimostrare come si confutino a vicenda, e Pisanelli combatta Vacca, e Vacca combatta Catucci, e Ricasoli combatta Passaglia, Vacca e Pisanelli. Povera Italia, se simili proposte si potessero fare in Campidoglio! Ma grazie a Dio passò il tempo in cui ci stavano le oche.

Read More

LETTERA DEL S. PADRE PIO IX AL COMPILATORE DI QUESTE HISTORIE PIUS P. P. IX

Posted by on Mar 16, 2020

LETTERA DEL S. PADRE PIO IX AL COMPILATORE DI QUESTE HISTORIE PIUS P. P. IX

Dilecte Fili salutem et apostolicam benediclionem. Utilem piane operam te posteris impendisse ccnsuimus, dura monumenta perituris tradita ephemeridibus congessisti, ut iis, qui nostrorum temporum hisloriam scripturi sunt, germana praesto esset factorum nolitia atque indoles. Nani si magistra vitae esse debeai historia, nulla (orlasse aetas prae nostra clariora documenta praebere poterit quae ostendant, eo longius aberrare populos a felicitate, quo pervicacius a Deo recedentes iverint in adinvenliones suas. Libenlissime proinde et grato animo excepimus voluuiina tua, nec facere poluimus, quin eorum propositum summoperc probaremus. Ut autem palernae noslrac benevolcntiae pignus babeas indubium, aposlolicam benediclionem Ubi peramauter impertimus.

Read More

ROMA MASSONICA E ROMA CATTOLICA (Pubblicato il 30 maggio 1861}

Posted by on Mar 13, 2020

ROMA MASSONICA E ROMA CATTOLICA (Pubblicato il 30 maggio 1861}

La Rome calviniste aspire, a devenir aussi la la Rome maconique. (PÉRUSSON, 1856).

Chi vuoi conoscere le cause più prossime degli sconvolgimenti presenti dee, a nostro parere, rintracciarle in un gran fatto compiutosi a Ginevra nel 1857 e i 858; fatto da molti allora non avvertito, ma di cui ora raccogliamo le conseguenze. In quei due anni si compì un grande accordo delle loggie massoniche che, come tutte le sette, erano scinte fra loro, e l’accordo venne sancito coll’erezione di un tempio unico dell’Oriente Massonico, che si vede sorgere presso alla Roma di Calvino. La fusione delle loggie avvenne il 21 di giugno del 1857, e la prima pietra del tempio unico della massoneria fu posta il 19 di luglio del 1858. In occasione di questi due avvenimenti i framassoni di tutta Europa congregati a Ginevra fecero parecchi banchetti, recitarono molti discorsi, e noi abbiamo sotto gli occhi le relazioni di que’ discorsi e di que’ banchetti, e vogliamo dirne alcune parole a’ nostri lettori per loro ammaestramento.

Read More
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: