Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

GOETHE e STENDHAL su Napoli e…..Giustino Fortunato

Posted by on Gen 18, 2019

GOETHE e STENDHAL su Napoli e…..Giustino Fortunato

STENDHAL

“……..Parto. Non dimenticherò né la via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo…..”

Johann Wolfgang Goethe

“………..Anche a me qui sembra di essere un altro. Dunque le cose sono due: o ero pazzo prima di giungere qui, oppure lo sono adesso”;
ma anche
“Da …quanto si dica, si narri, o si dipinga, Napoli supera tutto: la riva, la baia, il golfo, il Vesuvio, la città, le vicine campagne, i castelli, le passeggiate… Io scuso tutti coloro ai quali la vista di Napoli fa perdere i sensi!….”

Johann Wolfgang Goethe
…………………………………………..Napoli, 27 febbraio 1787

Ho passato ieri in riposo tutta la giornata per liberarmi d’un…a lieve indisposizione; oggi mi son dato a godere, e ho scorso il tempo contemplando le più belle cose di questo mondo.
Si dica pure, si narri, si dipinga:

Napoli è più di tutto ciò. La spiaggia, il golfo, i seni del mare, il Vesuvio, la città, i sobborghi, i castelli, i pubblici castelli.
Siamo andati verso sera nella grotta di Posillipo, quando appunto il sole cadente vi penetrava dall’opposto lato.

Io perdonai a tutti coloro che son rimasti ammaliati alla vista di Napoli, e mi sovvenni, con emozione, di mio padre, che ricevette un’indelebile impressione di quello appunto ch’io vedevo oggi per la prima volta.

E come si dice che non ritorna più ad essere lieto colui al quale apparve uno spettro, così al contrario si poteva dire che egli non sarebbe mai stato del tutto infelice, poichè sempre riandava col pensiero a Napoli.

In quanto a me, io son ora, secondo il mio solito, addirittura calmo: e quando c’è davvero da stupire, io resto soltanto con gli occhi spalancati

Giustino Fortunato……Napoli, 25 gennaio 1874

“…….se immaginate che l’autore del Faust (Goethe) sia qui venuto per salire in cattedra e spacciare anche lu…i le sue brave sentenze su la nostra città, tanto falsata e tanto travisata, io vi consiglio a non cominciare la lettura di questa versione (Lettere da Napoli), perchè vi aspetta un disinganno quale non potete figurarvi ce

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: