Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

I NAPOLITANI AL COSPETTO DELLE NAZIONI CIVILI di Giacinto De Sivo

Posted by on Dic 13, 2018

I NAPOLITANI AL COSPETTO DELLE NAZIONI CIVILI di Giacinto De Sivo

Si tratta di un testo noto, anche noi lo pubblicammo diversi anni fa – nel 2006 – ora lo ripubblichiamo completo di appendice – la edizione è datata Livorno 31 dicembre 1861 – ma a noi pare improbabile, dovrebbe essere successiva.

Uno stralcio dal testo:

 “Fu necessità salire su’ monti a trovar la libertà. É quasi un anno che combattiamo nudi, scalzi, senza pane, senza tetto, senza giacigli, sotto i raggi cocenti del sole, o fra’ geli dell’inverno, entro inospitali boschi, sovra sterili lande, traversando fiumi senza ponti, traversando muraglie senza scale, affrontando inermi gli armati, conquistando con le braccia le carabine e i cannoni, e strappando pur su’ piani campi di Puglia e di Terra di Lavoro la vittoria a superbissimi nemici.”.

Zenone diElea – Novembre 2018

CON APPENDICE
CONTENENTE

  • 1.° Lettera diFrancesco II a Sua Em. il cardinale Arcivescovo di Napoli pe’ danneggiati diTorre del Greco.
  • 2.° Lettera delSignor Carlo de Ricci al Direttore del Lombardo di Milano.
  • 3.° Lettera delComitato Patriota della Guardia Nazionale.
  • 4.° Lettera diFrancesco II alla Guardia Nazionale di Napoli.
  • 5.° Letteradatata da Firenze al Giornale il Cattolico di Napoli.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: