Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Il Napoletano patrimonio dell’umanità

Posted by on Set 1, 2017

Il Napoletano patrimonio dell’umanità

L’Unesco lo ha riconosciuto come lingua e non come dialetto. Massimiliano Verde, storico e appassionato cultore della storia e delle tradizioni di Napoli ci spiega perché.

Il professor Verde è a capo dell’Accademia Napoletana, organismo scientifico e di promozione e tutela del patrimonio linguistico e storico-culturale napoletano. Un progetto che lo ha portato, per esempio, nelle scuole francesi ma anche oltreoceano, in Brasile. E che trasmette e fa rivivere le più significative espressioni della lingua e della cultura napoletane. Verde si sta muovendo anche verso tutte le comunità d’origine napoletane e campane nel mondo ma anche verso le autorità di Bruxelles. In tal senso, in occasione della giornata europea delle lingue, ha provveduto all’invio ai deputati italiani della commissione Cultura ed Istruzione dell’Europarlamento, di un manifesto per il riconoscimento e la tutela legale e didattica della lingua napoletana.

di Enzo Savignano e Francesca Montinaro

Intervista Radio

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*