Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Il piatto della tradizione recuperato: i maccheroni alla Piedigrotta di Libero Bovio

Posted by on Set 23, 2017

Il piatto della tradizione recuperato: i maccheroni alla Piedigrotta di Libero Bovio

I maccheroni alla Piedigrotta, ci piace immaginare che fossero un piatto che si preparava durante le Piedigrotte di un tempo, dove il menu era costituito soprattutto da quello che oggi chiameremmo street food dato che la festa si svolgeva nelle strade.

In realtà l’unica cosa che ci fa pensare che era un piatto di quei tempi è nel nome, che compare sul “Codice della pasta”, un vecchio e preziosissimo libro di ricette, di un abruzzese molto legato alla nostra tradizione alimentare, Vincenzo Buonassisi, scrittore e gastronomo, scomparso nel 2004.

Racconta Bonassisi nel libro di cui sopra: “Devo questa ricetta, piena di colore e di allegria alla ghiotta esperienza di Aldo Bovio, figlio del grande Libero Bovio, autore di canzoni immortali, lui stesso alto sostegno della tradizione napoletana”.

Per preparare i maccheroni alla Piedigrotta, occorrono 500 g di maccheroni (in Campania i maccheroni sono gli ziti), 200 g di salsiccia fresca, 40 g di olio, 40 g di burro, 5 uova, sale, pepe e 80 g di parmigiano. Ecco come la propone Bonassisi: “Scaldate nel tegame olio e burro, unite la salsiccia spellata, tagliata a tocchi, aggiungete anche un paio di cucchiai di acqua calda e portate avanti la cottura a fuoco basso. Intanto lessate i maccheroni ben al dente, scolateli, versateli nel tegame, mescolate sbriciolando la salsiccia con la forchetta se questo non fosse già avvenuto. Versate su tutto le uova sbattute con un pizzico di sale e uno di pepe, togliete dal fuoco, lasciate riposare e servite con il parmigiano a parte”.

Lucilla Parlato

fonte identitainsorgenti.com

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: