Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

La Zuppa di Cozze del Giovedì Santo: come è nata

Posted by on Mar 28, 2018

La Zuppa di Cozze del Giovedì Santo: come è nata

„Il Re Lazzarone si fece servire tale pietanza per aggirare le ferree regole del digiuno Pasquale. Da allora anche il popolo iniziò a coltivare tale tradizione, mangiando però lumache“

La Zuppa di Cozze del Giovedì Santo: come è nata

La zuppa di cozze è uno dei piatti tipici del periodo Pasquale. Il Rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, già Delegato della Provincia per il settore Agricolo\Agroalimentare, Rosario Lopa, partecipando ad un rotocalco radiofonico ha ricordato com’è nata tale tradizione culinaria.

Viene tradizionalmente portata in tavola il giovedì santo e la sua preparazione avrebbe origini antiche, risalenti al periodo di Ferdinando I di Borbone. Ricetta semplice ma ricca di gusto si prepara con pochi ingredienti, facilmente reperibili in tutte le cucine. Alla base è necessario utilizzare delle cozze e del polpo ed a seconda delle versioni anche i maruzzielli ovvero le lumache di mare. La sua origine risale al tempo di Ferdinando I di Borbone,  notoriamente golosissimo di pesce e di frutti di mare e in particolare delle cozze che lui stesso pescava nelle acque di Posillipo.  Il re per sfuggire ai precetti religiosi che imponevano il digiuno pasquale ordinò che fosse preparata una zuppa di cozze con pomodoro e salsa forte di peperoni. Il popolo si invaghi’ di tale usanza e sostituì le costose cozze con le più economiche lumache.

RICETTA TRADIZIONALE ZUPPA DI COZZE DEL GIOVEDI SANTO:Tempo: 1 ora Ingredienti per 6 persone:1) 2 kg cozze 2) 1,5 kg polpo verace 3) 18 freselle piccole 4) ½ olio extra vergine d’oliva 5) 3 spicchi d’aglio 6) 250 g concentrato di pomodoro 7) Peperoncino q.b. Preparazione: Preparare la salsa facendo soffriggere l’olio e gli spicchi d’aglio ed appena diventano dorati rimuoverli dalla casseruola e aggiungere il concentrato di pomodoro con il peperoncino, far cuocere il tutto per circa 10-15 minuti. In una casseruola cuocere il polpo per 20 minuti mentre in un’altra bisogna lasciare ad aprire, in un 1 l d’acqua, le cozze. Togliere le cozze dalla pentola e sgusciarle, avendo cura di lasciarne qualcuna nel guscio per decorare il piatto. Successivamente, tagliare il polpo a pezzettini e condirlo insieme alle cozze sgusciate, con la salsa precedentemente preparata. Nell’acqua delle cozze mettere a bagno per circa 1-2 minuti le freselle, posizionarle nel piatto e versare la salsa condita con il polpo e le cozze. Mettere sopra delle cozze con il guscio per guarnire il piatto.

fonte

http://www.napolitoday.it/blog/assaggianapoli/zuppa-cozze-giovedi-santo-storia.html

 

 

 

 

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: