Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Le province del Regno di Napoli

Posted by on Nov 30, 2017

Le province del Regno di Napoli

Nel 1797 il Regno di Napoli, chiamato Sicilia Citra o al di qua dal Faro (il tratto di mare che separa l’isola dalla Calabria, ovvero lo stretto di Messina), si estendeva dall’estremità della Calabria sino allo Stato della Chiesa; comprendeva Gaeta e gli Abruzzi, sino al Fiume Tronto.
In avanti incontreremo le parole Citra o Citerione (al di qua, più vicino a Napoli) e Ultra o Ulteriore (al di là, più lontano da Napoli).
Il Regno era così diviso(1):

1) Terra di Lavoro, chiamata sin dall’antichità Campania Felix, con Napoli capitale del Regno e della Provincia. Durante il periodo francese, Gioacchino Murat creò la Provincia di Napoli, la città di Capua divenne capoluogo di Terra di Lavoro.
2)  Principato Citra, con capoluogo Salerno
3)  Principato Ultra, con capoluogo Montefuscolo

4) Abruzzo Citra, con capoluogo Chieti
5) Abruzzo Ultra, con capoluogo L’Aquila
6) Teramo, fu il marchese del Carpio ad istituire nel 1684 nella città di Teramo un secondo tribunale nella Provincia di Abruzzo Citra. Nel 1806 la provincia di Abruzzo Citra venne divisa in Abruzzo Ultra I con capoluogo Teramo e Abruzzo Ultra II con capoluogo Aquila.

7) Capitanata, con capoluogo Lucera sino al 1807e poi Foggia
8) Contado di Molise, con capoluogo Campobasso
9) Terra d’Otranto, con capoluogo Lecce
10) Terra di Bari, con capoluogo Trani
11) Basilicata, con capoluogo Matera, uscita da Terra d’Otranto, e dal 1806 Potenza
12) Calabria Citra, con Capoluogo Cosenza

13) Calabria Ulteriore, con Capoluogo Reggio. In seguito si divise in Calabria Ultra I o Ulteriore Prima, con capoluogo Reggio e in Calabria Ultra II o Ulteriore Seconda, con capoluogo Catanzaro.
Ogni provincia era divisa in distretti.

fonte

nobili-napoletani.it

regno-di-napoli

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: