Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Legittimisti Napolitani 1869

Posted by on Set 8, 2016

Legittimisti Napolitani 1869

da sito eleaml.org ho preso un interessante articolo  su i legittimisti napolitani. nel cappello ci sono i riferimenti e in allegato il testo in pdf.

Abbiamo trovato alcune notizie sull’autore del testo, che presentiamo agli amici che ci seguono e ai naviganti tutti, nell’articolo “L’autonomismo anarcolegittimista nelle memorie del duca di Pescolanciano” che potete leggere sul sito:

http://www.adsic.it/.

Alcune delle domande che si fece allora Gervasi ce le facciano pure noi da anni.

Come mai alcuni nobili europei sentirono il dovere morale di recarsi nelle provincie napolitane a combattere per i Borbone e nessun generale o alto ufficiale napolitano senti questa spinta ideale?

Ci domandiamo anche che ruolo ebbe la Santa Sede nell’atteggiamento della

diaspora napoletana a Roma e che ruolo ebbe il tallone di ferro dei Savoia nel

condizionare le scelte degli emigrati. Il timore che amici e parenti rimasti nelle terre napolitane potessero subire rappresaglie per eventuali scelte antipiemontesi sicuramente influi negativamente ma di certo non giustifica l’ignavia degli ufficiali napolitani rifugiatisi a Roma.

A Napoli la situazione non era migliore. Si era tutti contro tutti: i moderati ebbero vita difficile per la opposizione democratico-garibaldina, e questa fu aspramente avversata da Cavour e dai suoi epigoni, i borbonici vennero perseguitati per timore che si saldasse opposizione politica nelle città e opposizione armata delle campagne.

In tutto questo sguazzò la classe dirigente padana che ebbe gioco facile nell’imporsi e tenere saldamente le redini del potere che veramente contava ovvero quello militare ed economico.

Zenone di Elea

 

giovanni gervasi 1869 legittimisti napoletani

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: