Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

L’eredità di Lutero

Posted by on Apr 4, 2018

L’eredità di Lutero

L’eredità di Lutero la troviamo non solo nelle sette protestanti, ma da circa cinquant’anni anche in seno alla stessa Chiesa Cattolica e nella mentalità moderna in generale. Tra i cattolici d’oggi, l’eredità di Lutero (e del Protestantesimo) la troviamo nelle dottrine, talvolta mescolate con dottrine cattoliche, sull’autointerpretazione della Sacra Scrittura, in quegli atteggiamenti del concepire la Chiesa come istituzione di uomini e come ‘peccatrice’ e del concepire la Santa Messa come ‘cena commemorativa’, ove il sacerdote funge meramente da ‘presidente’.

Riscontriamo inoltre un soggettivismo radicale diffuso tra cattolici, che non riescono a comprendere che la Fede è oggettivamente vera, che la devono proclamare ed insegnare come tale e invece cercano la comunione con altre confessioni o religioni nel nome di un ecumenismo indefinito e vago; un soggettivismo radicale, che si oppone ai concetti di dogma, eresia ed anatema; un individualismo, che cerca un diretto rapporto con Dio in tutto, prescindendo dalla Chiesa, dal sacerdozio o dai Sacramenti, in particolar modo la santa Messa domenicale e la Confessione.

Si riscontrano elementi protestanti particolarmente nel ‘movimento carismatico’ dentro la Chiesa Cattolica fin quanto questo costituisce un allontanamento da Chiesa, Dogmi e Sacramenti, verso la sperimentazione del rapporto diretto con Dio.

Secondo alcune fonti, questi elementi sarebbero presenti anche in quel gruppo carismatico conosciuto come ‘Cammino Neocatecumenale’. Tra le accuse rivoltegli, si annoverano la negazione della vera natura della Chiesa, del sacerdozio sacramentale, della natura sacrificale della Santa Eucarestia in favore di una concezione di ‘cena’ o festeggiamento; proibirebbe la santa Comunione sulla lingua ed insegnerebbe l’autointerpretazione della Sacra Scrittura.

Luteranesimo allontana il mondo da Dio

Luteranesimo e protestantesimo, in rapporto alla mentalità moderna, fanno parte o promuovono quella grande corrente di soggettivismo, che spianò la strada a Cartesio, all’idealismo, alla filosofia moderna in generale e che allontana il mondo da Dio e dal Vero, dal Bene e dal Bello, verso l’ateismo ed il nichilismo.

Alla luce di queste considerazioni risulta difficile trovare il motivo per cui un cattolico possa lodare Martin Lutero.

fonte

https://www.radioromalibera.org/catechesi/eredita-di-lutero/

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: