Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Londra chiude 500 chiese; Apre 423 nuove Moschee

Posted by on Mar 17, 2018

Londra chiude 500 chiese; Apre 423 nuove Moschee

L’islamizzazione strisciante di Londra è quasi completa, con centinaia di tribunali ufficiali della

sharia che operano nella capitale, e le moschee che si aprono dove le famose chiese cristiane si

sono fermate per molte centinaia di anni.

” Londra è più islamica di molti paesi musulmani messi insieme “, secondo Maulana Syed Raza Rizvi, uno

dei predicatori islamici che ora guidano il ” Londonistan “, come la giornalista Melanie Phillips ha chiamato

la capitale inglese. No, Rizvi non è un estremista di destra.

Il premio Nobel per la letteratura, Wole Soyinka, era meno generoso. Ha definito il Regno Unito ” un pozzo

nero per gli islamisti “.

“I terroristi non sopportano il multiculturalismo di Londra “, ha dichiarato il sindaco di Londra Sadiq Khan

dopo il micidiale attacco terroristico a Westminster lo scorso anno. È vero il contrario: i multiculturalisti

britannici alimentano il fondamentalismo islamico.

Soprattutto, il Londonistan, con le sue 423 nuove moschee , è stato costruito sulle tristi rovine del

cristianesimo inglese. Molte iconiche chiese cristiane a Londra sono state trasformate in moschee.

Gatestone Institute riporta : La Chiesa Unita Hyatt è stato acquistato dalla comunità egiziana per essere

convertito in una moschea. La chiesa di San Pietro è stata trasformata nella moschea della Madina. La

Moschea Brick Lane èstata costruita su una ex chiesa metodista. Non solo gli edifici vengono convertiti, ma

anche le persone. Il numero di convertiti all’Islam è raddoppiato ; spesso abbracciano l’Islam radicale,

come con Khalid Masood , il terrorista che ha colpito Westminster.

Il Daily Mail pubblicava fotografie di una chiesa e di una moschea a pochi metri l’una dall’altra nel cuore di

Londra. Presso la Chiesa di San Giorgio, progettata per ospitare 1.230 fedeli, solo 12 persone si sono

riunite per celebrare la messa. Nella chiesa di Santa Maria, c’erano 20.

La vicina moschea di Brune Street Estate ha un altro problema: il sovraffollamento. La sua piccola stanza e

può contenere solo 100. Venerdì, i fedeli devono riversarsi in strada per pregare. Date le tendenze attuali, il

cristianesimo in Inghilterra sta diventando una reliquia, mentre l’Islam sarà la religione del futuro.

A Birmingham, la seconda più grande città britannica, dove molti jihadisti vivono e orchestrano i loro

attacchi, un minareto islamico domina il cielo. Vi sono petizioni per consentire alle moschee britanniche di

chiamare i fedeli islamici alla preghiera sugli altoparlanti tre volte al giorno.

Entro il 2020, le stime indicano che il numero di musulmani che assistono alle preghiere raggiungerà

almeno 683.000, mentre il numero di cristiani che frequentano la Messa settimanale scenderà a 679.000.

“Il nuovo panorama culturale delle città inglesi è arrivato; il paesaggio cristiano omogeneizzato della

religione di stato è in ritiro “, ha affermato Ceri Peachof dell’Università di Oxford. Mentre quasi la metà dei

musulmani britannici ha meno di 25 anni, un quarto dei cristiani ha più di 65 anni. “In altri 20 anni ci

saranno musulmani più attivi di quanti siano i fedeli”, ha detto Keith Porteous Wood, direttore del National

Secular Società.

Dal 2001, 500 chiese di Londra di tutte le denominazioni sono state trasformate in abitazioni private. Nello

stesso periodo, le moschee britanniche hanno proliferato. Tra il 2012 e il 2014, la percentuale di cittadini

britannici che si identificano come anglicani è scesa dal 21% al 17%, con una diminuzione di 1,7 milioni di

persone, mentre, secondo un sondaggio condotto dal rispettato Istituto di ricerca sociale NatCen, il numero

di musulmani è cresciuto di quasi un milione. I fedeli stanno diminuendo a un ritmo tale che entro una

generazione, il loro numero sarà tre volte inferiore a quello dei musulmani che si recano regolarmente in

moschea il venerdì.

Demograficamente, la Gran Bretagna ha acquisito un volto sempre più islamico, in luoghi come

Birmingham, Bradford, Derby, Dewsbury, Leeds, Leicester, Liverpool, Luton, Manchester, Sheffield,

Waltham Forest e Tower Hamlets. Nel 2015, un’analisi del nome più comune in Inghilterra ha dimostrato

che si trattava di Mohammed , comprese le varianti di ortografia come Maometto e Maometto.

Le città più importanti hanno enormi popolazioni musulmane: Manchester (15,8%), Birmingham (21,8%) e

Bradford (24,7%). A Birmingham, la polizia ha appena smantellato una cella terroristica; c’è anche una

maggiore probabilità che un bambino nascerà in una famiglia musulmana piuttosto che in una cristiana. A

Bradford e Leicester, metà dei bambini sono musulmani. I musulmani non hanno bisogno di diventare la

maggioranza nel Regno Unito; hanno solo bisogno gradualmente di islamizzare le città più importanti. Il

cambiamento sta già avendo luogo. “Londonistan” non è un incubo a maggioranza musulmana; è un ibrido

culturale, demografico e religioso in cui il cristianesimo declina e l’Islam avanza.

Migliaia di musulmani partecipano a un servizio di preghiera pubblico all’aperto a Birmingham, in

Inghilterra, il 6 luglio 2016. (Fonte dell’immagine: screenshot del video Ruptly)

Secondo Innes Bowen, scrivendo in The Spectator , solo due delle 1.700 moschee in Gran Bretagna oggi

seguire l’interpretazione modernista dell’Islam, contro il 56% negli Stati Uniti. I wahhabiti controllano il 6%

delle moschee nel Regno Unito, mentre i fondamentalisti Deobandi controllano fino al 45%. Secondo un

sondaggio del Knowledge Center, un terzo dei musulmani del Regno Unito non si sente “parte della cultura

britannica”.

CORTE DI SHARIA A LONDRA

Londra è anche piena di tribunali della sharia . Ci sono ufficialmente 100. L’avvento di questo sistema

giudiziario parallelo è stato reso possibile grazie al British Arbitration Act e al sistema di risoluzione

alternativa delle controversie. Questi nuovi tribunali si basano sul rifiuto dell’inviolabilità dei diritti umani: i

valori di libertà e uguaglianza che sono alla base della Common Law inglese.

Le personalità britanniche continuano ad aprire la porta per introdurre la sharia. Uno dei maggiori giudici

britannici, Sir James Munby, ha affermato che il cristianesimo non influenza più i tribunali e questi devono

essere multiculturali – il che significa più islamici. Rowan Williams , l’ex arcivescovo di Canterbury, e il capo

della giustizia Lord Phillips hanno anche suggerito che la legge britannica dovrebbe “incorporare” elementi

della legge della sharia. L’establishment culturale britannico sta rapidamente capitolando ai fondamentalisti

islamici nell’accettare le loro richieste.

Le università britanniche stanno anche promuovendo la legge islamica. Le linee guida ufficiali

dell’università, ” Relatori esterni nelle istituzioni di istruzione superiore “, pubblicate da Universities UK,

prevedono che “i gruppi religiosi ortodossi” possano separare uomini e donne durante gli eventi. Alla

Queen Mary University di Londra , le donne dovevano usare un ingresso separato ed erano costrette a

sedersi in una stanza senza poter fare domande o alzare le mani – come a Riyadh o Teheran. La Società

Islamica della London School of Economics ha tenuto un gala, in cui donne e uomini sono stati separati da

un pannello di sette metri.

Dopo l’attacco alla rivista satirica francese Charlie Hebdo, il capo dell’MI6, Sir John Sawers, raccomandò

l’autocensura e “un certo freno ” nel discutere l’Islam. L’ambasciatore britannico in Arabia Saudita, Simon

Collis, si convertì all’Islam e completò il pellegrinaggio alla Mecca, l’hajj. Adesso si chiama Haji Collis.

Quale sarà il prossimo?

Baxter Dmitry – Notizie Regno Unito 116, 5 marzo 2018

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: