Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

PINO DANIELE, I PRIMI PASSI

Posted by on Apr 14, 2018

PINO DANIELE, I PRIMI PASSI

Pino Daniele, all’anagrafe Giuseppe Daniele, nasce a Napoli il 19 marzo 1955, in una modesta famiglia del Quartiere Porto. Primo di sei figli, dopo alcuni anni si trasferì ad abitare con le zie Lia e Bianca che si occupano della sua istruzione, a cominciare dalle scuole elementari che Pino frequenta presso l’istituto Oberdan (dove peraltro ebbe come compagno di classe Enzo Graniello, anch’egli destinato a diventare un’icona della musica napoletana).

Sin da piccolo la sua passione è la musica e, durante gli studi per conseguire il diploma di ragioneria all’istituto Armando Diaz di Napoli, comincia ad avvicinarsi alla chitarra che impara a suonare da autodidatta. Le prime esperienze vedono un giovane Pino Daniele impegnato in un complesso chiamato “The Jet”, ma le vere occasioni per cominciare ad allenare e sviluppare le proprie capacità arrivano con la formazione dei “Batracomiomachia”, complesso fondato con Enzo Avitabile, Enzo Ciervo, Rosario Jermano, Paolo Raffone e Rino Zurzolo che si riuniva in un locale del rione Sanità nel quale sbocceranno molti dei futuri talenti della scuola napoletana, Edoardo Bennato su tutti.

Nel 1975 comincia a partecipare come musicista anche alle registrazioni di album per altri artisti; è il 1975 quando suona in un album di Mario Musella (rimasto inedito fino al 2012, anno in cui è stato pubblicato con il titolo di “Arrivedeci”). L’anno dopo è il turno di Jenny Sorrenti (sorella di Alan), che incide l’album “Suspiro” con Pino Daniele come chitarrista. A seguire, viene scritturato per una collaborazione all’album “Le due facce di Gianni Nazzaro”, di Gianni Nazzaro e partecipa al tour di Bobby Solo. Ma l’evento più importante del 1976 il suo ingresso come bassista nei “Napoli Centrale”, gruppo partenopeo molto famoso e in voga al tempo, dove conosce James Senese, sassofonista napoletano di origini americane che sarà importantissimo per la crescita musicale e personale di Pino Daniele. Lo stesso Senese, infatti, collaborerà alla realizzazione di alcuni dei primi album (“Pino Daniele” nel 1979, “Nero a metà” nel 1980 e “Vai mò” nel 1981).

fonte

napoligrafia.it

PRIMO ALBUM

Terra mia – 1977

 

 1) Napule è – 3:47
2) ‘Na tazzulella ‘e cafè – 3:22
3) Ce sta chi ce penza – 3:25
4) Suonno d’ajere – 4:13
5) Maronna mia – 2:52
6) Saglie, saglie – 2:39
7) Terra mia – 2:06
8) Che calore – 2:56
9) Chi po dicere – 1:27
10) Furtunato – 3:00
11) Cammina cammina – 2:46
12) ‘O padrone – 3:50
13) Libertà – 3:49

MUSICISTI

– Pino Daniele: voce, chitarra classica, acustica ed elettrica, mandola, mandolino, arrangiamento; basso (traccia 5)
– Rino Zurzolo. basso, contrabbasso
– Ernesto Vitolo: tastiera
– Rosario Jermano: batteria, percussioni
– Enzo Avitabile: fiati
– Donatella Brighel: cori, voce solista (tracce 4 e 6)
– Dorina Giangrande: cori
– Piero Montanari: basso (tracce 1 e 2)
– Amedeo Forte: pianoforte (tracce 1 e 2)
– Roberto Spizzichino: batteria (tracce 1 e 2)
– Luca Vignali: oboe (traccia 1)
– Antonio Sinagra: arrangiamento strumenti ad arco (traccia 1)
– Enzo Canoro: basso (tracce 8 e 10)

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: