Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Sant’Anatolia, Cartore e dintorni

Posted by on Lug 15, 2018

Sant’Anatolia, Cartore e dintorni

Storia di piccoli villaggi romano-medioevali

Roberto Tupone – Aggiornamento 2016

In questo testo non si parlerà di una città come Roma “Caput Mundi” e neanche di Rieti, capoluogo della sua provincia, piene fin dalle origini di storia globale, di imperi, di capoluoghi, diocesi, province. Qui si parlerà di un piccolo villaggio privo di storie grandi, semplice e povero. La città più vicina, Alba Fucense, ricca di storia d’età romana e medioevale, città vera e fortificata, con la sua fama coprirà il nome di tanti piccoli paesi a lei adiacenti che solo ricerche nelle polverose carte degli archivi potranno trarre dall’oblio.

S.Anatolia è un villaggio conosciuto da pochi, abitato fin dalle origini da povera gente, contadini e pastori, uno di quei villaggi che pian piano si va spopolando poichè molti giovani preferiscono scegliere per loro residenza città più grandi quali Roma, che con i moderni mezzi di viaggio è ormai vicina, oppure Avezzano, ricca città alle sponde del Fucino, lago che in nome del cieco progresso è stato cancellato dall’uomo, oppure Rieti o L’Aquila, capoluoghi delle omonime province.

S.Anatolia dorme nella valle Cantu Riu vicina al fiume Salto e si risveglia raramente quando, o durante la festa annuale del 9 e 10 luglio o d’estate, molti dei giovani e meno giovani, che in passato si erano trasferiti nelle città più grandi, tornano con le loro famiglie per passare le vacanze nel loro paese ricco di ricordi di un passato ormai irripetibile. Le delusioni, nelle città dove si sono trasferiti, sono molte e inevitabili ed ognuno di loro rammenterà le gioie dell’adolescenza in quel piccolo villaggio pieno di verde, di montagne e di solitudine. Le città moderne non sono a portata d’uomo e, anche se attraggono per la loro fantasia e diversità, non potranno mai avere quella ricchezza di tranquillità e di emozioni forti che provoca un piccolo paese di montagna……………….segue articolo fonte originale

 

SANT’ANATOLIA STORIA

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: