Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Scene musicali, costumi e ritratti di vita popolare nelle province del Regno di Napoli (secc. XVIII-XIX)

Posted by on Apr 4, 2020

Scene musicali, costumi e ritratti di vita popolare nelle province del Regno di Napoli (secc. XVIII-XIX)

Riassunto. Nel 1782 il re di Napoli Ferdinando IV di Borbone promosse una intensa campagna di ricognizione d’après nature nelle province del regno, al fine di conoscere le diverse «fogge di vestire» dei suoi sudditi ed arricchire il catalogo dei soggetti dipinti sulle porcellane della Real Fabbrica di Capodimonte.

Tra gli artisti coinvolti si impose Saverio Della Gatta, già noto per le sue vedute e scene di vita popolare. Negli anni successivi la ricognizione fu portata avanti da Antonio Berotti e Stefano Santucci. I modelli, abbigliati con i costumi tradizionali delle province regie, erano fissati prevalentemente entro acquerelli o gouaches che ritraevano singoli soggetti e scene di genere, rivelando in taluni casi le influenze esercitate dagli artisti-viaggiatori d’oltralpe. Le opere descrivono un mondo sereno e avulso da conflitti profondi, raramente segnato dalla miseria o dalla fatica del lavoro e caratterizzato da una certa umanità. Il contributo intende mettere in luce alcuni aspetti legati alla presenza dell’elemento musicale nell’ambito delle scene che ritraggono momenti di vita e costumi popolari delle province del Regno di Napoli tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo.….

continua con testo completo in pdf

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: