Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

AUGURI DI BUON NATALE 2021

Posted by on Dic 25, 2021

AUGURI DI BUON NATALE 2021

A NATALE NASCE GESU BAMBINO PARTORITO IN UNA GROTTA DA UNA DONNINA UMILE E SOBRIA. NOSTRO SIGNORE DECIDE DI MANDARE SULLA TERRA SUO FIGLIO E IN UN ERA IN CUI L’UOMO HA DECISO CHE PRIMA O POI DIVENTERA’ UN DIO NON DOBBIAMO DIMENTICARE CHE FINO AD ORA L’UNICO GRANDE E VERO MIRACOLO E CHE DIO S’E’ FATTO UOMO. AUGURI A TUTTI E PUBBLICHIAMO ALCUNI DEGLI AUGURI ARRIVATI IN REDAZIONE.

’O VIECCHIO ZAMPUGNARO:poesia bellissima di Rocco Galdieri

O viecchio zampugnaro,
cu’ sittanta natale ncopp’ ’e spalle,
comme vedette ’e pprimme fronne gialle
cade ’nnanze ’o pagliaro,
dicette: E sissignore!

Tu scendi dalla stelle, o Redentore!

Po’ s asciuttale na lacrema cu e ddeta
e suspiraie: ll Zampogna, te saluto.
Mo’ si nisciuno cchiù t’ abboffa e sceta,
vienetenne cu’ mmico ’int’ ’o tavuto… !
Chiù arrasso, ’o neputiello, c arrunava
quatto castagne ’nterra a serva nfosa

senteva o viecchio… e comme ausiliava:
” Vienetenne cu mico…
p’o desiderio e riscifrà sta cosa…
Ma stesso ’o viecchio so chiammaje vicino
’ Siente, sa’ che vuo’ fa’? Dice a tatillo
ca nun partesse cchiù…
E Natale, gnorsì…nasce ‘o Bammino
tu si piccerillo meglio ca nce ‘o dice tu!
O bardasciello— nlaccia ’e sidece anne —
rummanette accussi…
S’ aveva appriparate pure ’e panne
pe parti…
E s’ aveva mparata a ciaramella
c’ ’o meglio nun ce steva p ’e mmuntagne.
Napule! E Ile dicevano ’e cumpagne
ch’ era nu suonno tanto ch’ era bella!
Vule va vede Napule, c’ o mare
ca nun sapeva ancora chello ch’era
E accumminciaie c’ o sisco e primmavera,
fernenno ’o meglio d’ ’e ciaramellare,
pe’ chesto… pe’ parti!..
Dice a tatillo
ca nun partesse… Tu sì piccerillo;
meglio c’ ’o ddice tu—ca nce ’o ddico io.
Che parte a fa? Mo’, populo e signure,
nun credono cchiù a Dio!
E sti nnuvene nun ’e vvonno cchiù!…
Mo’, che te pienze?…
’O pasturalo nun fa cchiù pasture…
’O spezziale nun venne cchiù ’ncienze!
Chella notte nun vide ’nu bengale…
Nun se sparano botte…
E’ fernuto Natale! E cu’ Natale
se no so’ gghiute tanta cose belle!…
Mo’ chi canta, a viggilia, a mezzanotte:
” Tu scendi dalle stelle — o Redentore “?

Manco e guagliune
Ca mo fanno ammore
vonno sentere ’a Nuvena!
Pirciò stateve cca… Ca i’ nu, me sbaglio
o ninno… ’n ‘gotta!.. Penza a Filumena
l’aveva promettuto nu sciuquaglio!

1 Comment

  1. meravigliosamente interpretata!

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.