Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

IL BOSCO PIANELLE NELLA STORIA DEL BRIGANTAGGIO

Posted by on Dic 4, 2022

IL BOSCO PIANELLE NELLA STORIA DEL BRIGANTAGGIO

II più celebri briganti della Puglia meridionale elessero proprio l’impenetrabile Bosco Pianelle, con le grotte che si trovano nel suo contesto, a loro rifugio. Il brigantaggio ha costituito nel corso dei secoli un fenomeno di eversione sociale, endemico nel territorio di Martina, come per altre aree del Mezzogiorno. Esso assunse un carattere peculiare, sia da un punto di vista sociale, sia da quello della pericolosità negli anni successivi all’Unità d’Italia (1861), indicati dagli storici del fenomeno come gli anni del Grande Brigantaggio.

Read More

A SPASSO NELLA MARSICA TRA CELANO E PESCINA

Posted by on Dic 4, 2022

A SPASSO NELLA MARSICA TRA CELANO E PESCINA

La Marsica in provincia dell’Aquila terra di storia millenaria, terra di transito e avamposto naturale che si trova quasi a metà tra il Tirreno e l’Adriatico che fino ad un secolo e mezzo fa ospitava il terzo lago per grandezza della penisola italica, Il Fucino. Terra aristocratica, punto di riferimento del Regno di Napoli e sempre fedele, fedeltà dimostrata nelle grandi guerre insorgenti del 1799 e Postunitarie. Celano e Pescina due perle della Marsica che tanta storia hanno da narrare e tanta bellezza hanno da esporre che cerchiamo di far intuire divulgando di seguito delle foto pubblicate in ordine sparso.

Read More

Il Fascismo era più moderno di voi progressisti

Posted by on Dic 3, 2022

Il Fascismo era più moderno di voi progressisti

1935 Ischia: questa foto mostra com’era mantenuto il Monte crollato pochi giorni fa. Sono foto del recuperate dall’ambientalista Umberto Mercurio che mostrano la regimentazione delle acque sul monte Epomeo a Casamicciola. Servivano per non fare succedere allagamenti.

Read More

Ischia borbonica

Posted by on Dic 3, 2022

Ischia borbonica

Nonostante i pregiudizi di alcuni storici risorgimentali quali ad esempio Giuseppe d’Ascia, nessuno può negare che Ischia debba molto ai Borbone. Si legge a proposito negli Annali Civili del Regno delle Due Sicilie, quanto ebbe a scrivere nel 1855 Alessandro Cieca:

Read More