Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Ancora sulla “stele della vergogna” di Santa Esdra

Posted by on Ago 11, 2021

Ancora sulla “stele della vergogna” di Santa Esdra

Qualche tempo fa ho pubblicato sul mio sito un articolo sulla cosiddetta “stele della vergogna” di Santa Esdra, a Pontecorvo, che alcuni, nottetempo, hanno devastato e quasi completamente distrutto. Articolo che è molto commentato, riaccendendo sulla “vexata quaestio” un acceso dibattito. Così ricco di spunti che ho pensato di fare alcune brevi ma opportune precisazioni.

Read More

LUIGI GIURA E IL PONTE REAL FERDINANDO AL CASTELLO ARAGONESE DI BAIA

Posted by on Lug 27, 2021

LUIGI GIURA E IL PONTE REAL FERDINANDO AL CASTELLO ARAGONESE DI BAIA

Prima di questo forzato esilio che si spera prima o poi finisca, l’Ass.Id.Alta Terra di Lavoro ha organizzato molti convegni in tutto il Regno e tra questi c’è quello che abbiamo tenuto al Castello Aragonese di Baia di concerto con il Comitato Luigi Giura, dove abbiamo parlato del genio napoletano Luigi Giura e del Real Ponte Ferdinando da lui costruito sul fiume Garigliano. I relatori sono stati di altissimo livello a cominciare da Fernando Riccardi che ha tratteggiato un breve escursus storico sul fiume Garigliano, che a mio modesto avviso dopo il Nilo è il più importante del Mediterraneo perchè è sempre stato considerato un confine naturale tra il Nord e Sud Europa, e da Emiliano Pimpinella che ha parlato del genio Luigi Giura, del Ponte Real Ferdinando e del Comitato Luigi Giura. Con la presente ringraziamo l’amico Tonino Morello che solo grazie alla sua caparbia volontà abbiamo organizzato il convegno nel prestigioso sito dove la storia non c’è passata ma s’è fatta e in tutte le epoche storiche, non so se nel mondo c’è un posto simile. di seguito tutti i video del convegno ripresi da angolazione diverse

Read More

Quando Arpino era un’operosa “fullonica”

Posted by on Lug 15, 2021

Quando Arpino era un’operosa “fullonica”

Quando si parla delle industrie della media Valle del Liri che prima dell’unità d’Italia, avevano raggiunto un’invidiabile competitività economica, generalmente si fa riferimento alle cartiere e ai lanifici di Isola del Liri, la Manchester del Lazio meridionale. E così facendo si finisce per trascurare Arpino che anzi, a mio avviso, costituisce l’esempio più significativo di tale fenomeno.

Read More