Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Il Brigante Papone

Posted by on Apr 24, 2020

Il Brigante Papone

Domenico Colessa, ovvero il brigante Papone, nacque il 29 Settembre 1607 a Caprile di Roccasecca. In quegli anni, Caprile e Roccasecca appartenevano al duca di Sora Giacomo Boncompagni, figlio legittimo del pontefice Gregorio XIII. Colessa veniva chiamato, dai suoi compagni, con il curioso nomignolo di “ Papone” di cui non si conosce l’esatto significato.

Read More

NEL 1799 TRAETTO, OGGI MINTURNO, ERA SANFEDISTA E REALISTA

Posted by on Apr 8, 2020

NEL 1799 TRAETTO, OGGI MINTURNO, ERA SANFEDISTA E REALISTA

Dopo aver fatto tappa ad Itri e a Castelforte l’Ass. Id. Alta Terra di Lavoro nel presentare il testo in copia anastatica di D. Petromasi che narra l’epopea dell’esercito Crociato e Cristiano, nell’uso comune chiamato della Santa Fede, guidata dal Card. Fabrizio Ruffo, sabato 23 marzo 2019 s’è fermata a Minturno grazie alla volontà del Comune e al Comitato Luigi Giura che hanno organizzato il convegno per presentare il suddetto testo e per parlare delle vicende drammatiche del 1799 che hanno interessato la cittadina aurunca.

Read More

I soldati napoletani e la “soluzione finale”

Posted by on Apr 3, 2020

I soldati napoletani e la “soluzione finale”

Negli ultimi tempi si è fatto un gran parlare della sorte riservata ai soldati dell’ex Regno delle Due Sicilie rinchiusi nelle prigioni dell’Italia settentrionale dopo il dissolvimento dello stato borbonico e l’avvento dei piemontesi nel sud della Penisola (autunno 1860). Si è scatenata una guerra all’ultima cifra tra chi stimava in parecchie decine di migliaia i reclusi, con un numero molto elevato di decessi, e chi, invece, attenuava di molto la portata del fenomeno. 

Read More

Eran Trecento, eran giovani e forti… ma tutti galeotti

Posted by on Apr 2, 2020

Eran Trecento, eran giovani e forti… ma tutti galeotti

“Me ne andavo un mattino a spigolare/quando ho visto una barca in mezzo al mare:/era una barca che andava a vapore,/e alzava una bandiera tricolore./All’isola di Ponza si è fermata,/ è stata un poco e poi si è ritornata;/s’è ritornata ed è venuta a terra;/sceser con l’armi, e noi non fecer guerra./ Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti!…”.

Read More