Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Mazzini, osannato dai nemici della Chiesa, propagandò la fede nel progresso

Posted by on Mag 17, 2020

Mazzini, osannato dai nemici della Chiesa, propagandò la fede nel progresso

Secondo Giuseppe Montanelli, protagonista delle lotte risorgimentali, il grande merito di Giuseppe Mazzini è stato quello di aver parlato di Dio, e quindi di spirito, a una popolazione che, tutta cattolica, senza Dio non si sarebbe mossa di un passo. A lui “debbonsi lodi per alcun bene che fece – sostiene – non come fuoruscito orditore di cospirazioni impotenti e sacrificatrici, ma come letterato propugnatore di spiritualismo. Né fu piccolo servigio”.

Read More

Mazzini, un profeta della mistificazione cristiana

Posted by on Mar 19, 2020

Mazzini, un profeta della mistificazione cristiana

E’ particolarmente arduo ricostruire il singolare sistema di riferimento ideologico di Giuseppe Mazzini, talmente eterogeneo e trasversale da trovare allo stesso tempo ammiratori e forti detrattori sia dal lato clericale che da quello occultista. In breve, ciò che sappiamo è che da giovane è cresciuto con le ideologie religiose gianseniste di sua madre e quelle massoniche di suo padre, poi erudito privatamente da abati sempre giansenisti acquisendo una avversione verso la cultura clericale e all’autorità in genere.

Read More

Giuseppe Mazzini, il patriota terrorista

Posted by on Gen 7, 2020

Giuseppe Mazzini, il patriota terrorista

Vediamo quindi di inquadrare la prima fase della carriera politco-occulta del massimo patriota italiano Giuseppe Mazzini (1805-1872). Come già accennato nel post “Mazzini, un profeta della mistificazione cristiana”, crebbe con le ideologie religiose gianseniste di sua madre e quelle massoniche di suo padre, odiando ogni forma di autorità, costruendo la sua reputazione nelle società segrete e utilizzando i metodi più abbietti per il raggiungimento del potere, dal tradimento all’assassinio politico, senza precludere nessuna opzione che potesse trarre profitto. Era ossessionato dall’idea di liberare l’Italia, da qualsiasi forma di potere esistente e a qualsiasi costo, senza però avere idee chiare su come sostituire le autorità che avrebbe voluto distruggere (prime fra tutti lo stato pontificio e gli austriaci), in pratica la sua necessità di demolire oscurava totalmente quella di ricostruire, semplicemente voleva estirpare il cattolicesimo dalla penisola.

Read More