Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

NAPOLI CAPITALE – QUELL’ESTATE DEL 1860

Posted by on Ago 5, 2020

NAPOLI CAPITALE – QUELL’ESTATE DEL 1860

L’addio dei Borbone è il primo di una serie di racconti legati a una particolare estate nella storia partenopea
Si inizia con intrighi, aneddoti e guerre per l’Unità d’Italia che segnano la fine del Regno delle Due Sicilie

Quell’estate del 1860   Un viaggio tra gli eventi storici della città

Read More

La napoletaneria che tanto piace in Tv

Posted by on Lug 21, 2020

La napoletaneria che tanto piace in Tv

Prendete un tizio che urla, gesticola, si agita, si lamenta, che parla solo in dialetto, che addossa la colpa di ogni cosa agli altri…e poi ruba, fa il furbo, non rispetta mai le regole. Ecco, in questa miscela avrete tutti gli ingredienti giusti per rappresentare il napoletano che tanto piace, che fa ascolti, indigna.

Read More

Briganti, terroristi, mafiosi e leggi speciali

Posted by on Giu 26, 2020

Briganti, terroristi, mafiosi e leggi speciali

I 40 anni dal rapimento Moro e dall’uccisione dei 5 uomini della scorta sono stati occasione per riflettere sull’importanza di quella vicenda nella storia dell’Italia repubblicana. La morte di Aldo Moro, presidente della Dc, la lotta armata della Brigate rosse, il tentativo di un accordo politico Dc-Pci nell’era dei blocchi ideologici Usa- Urss nello scenario internazionale disegnato dagli accordi di Yalta. Tante riflessioni, su un periodo che mise in profonda crisi lo Stato repubblicano.

Read More

PRETE BRIGANTE, DI CORRADO SANTORO

Posted by on Mag 21, 2020

PRETE BRIGANTE, DI CORRADO SANTORO

Il prete brigante è don Donato De Donatis, nato nel 1767 a Fioli, frazione di Rocca Santa Maria, in provincia di Teramo, regione Abruzzo; morto ucciso dai francesi nel 1807. Nel libro si parla dei fatti avvenuti a Teramo, e paesi vicini, dal 6 dicembre 1798 e alla fine di aprile 1799, nei quali il De Donatis ebbe parte importante, in quanto capo degli insorgenti contro i francesi che avevano occupato, in quegli anni, il Regno di Napoli. Cooperò quindi con il cardinale Fabrizio Ruffo alla conquista antifrancese di Napoli, facendo ritornare in quella città il re Ferdinando IV di Borbone.

Read More