Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Diego Manna e la grandezza del suo amato papà Angelo

Posted by on Mag 7, 2020

Diego Manna e la grandezza del suo amato papà Angelo

Cari amici parenti lettori e conoscenti buongiorno , voglio precisare alcune cose oltre a fare un appunto , assumendomi la responsabilità di ciò che scrivo in riferimento a mio Padre:

Egli, in vita, a prova di storia, fu il più gran meridiomalista mai esistito prima! oltre che polemista, intellettuale, giornalista, politico, studioso, poeta e musicista. Meridionalista estremo e precursore di temi e delle polemiche degli ambienti sudisti d’ispirazione neoborbonica e non! quasi tutte le sue tesi sono state riprese, di recente, da revisionisti come Pino Aprile! temevo di correre il rischio di un uso strumentale del nome e della figura di mio Padre #AngeloManna ma aimè solo ai fini pubblicitari , ed ancor peggio commerciali! l’amore e la passione dimostrata di avere (a gratis) da parte di mio Padre nell’arco del tempo, con il video prodotto e pubblicato dal Sig. Gennaro De Crescenzo, non si fa altro che lanciare una sorta spietata di pubblicità oltre che una moda! mio Padre non può smentire personalmente alcune cose ma la storia, le date, le persone, i luoghi ed i fatti realmente accaduti si! béh, innanzitutto iniziamo col dire che mio Padre non era tanto sicuro di essere un neoborbonico!tra l’altro molti dei quali si sono ispirati a lui,o no !?l’originalità dell’esser nato leader per chi lo ha conosciuto “veramente”, sa che non avrebbe mai potuto essere inquadrato in nessun movimento!di sicuro avrebbe litigato anche con se stesso ……

Mio padre ha lasciato una traccia molto profonda, al punto tale che la sua scuola di pensiero ha dato spunto ed ispirato i movimenti di stampo neoborbonico e gran parte delle sue tesi sono state riprese dalla letteratura revisionista e antirisorgimentale come ha dimostrato il Sig. Pino Aprile, uno dei “tanti” esponenti principali .

Leggete bene ció che ha scritto mio Padre, capirete la differenza chilometrica di spessore culturale oltre alla “sincerità di cui i suoi epigoni di certo non hanno” …!

le sue tesi e polemiche sono diventate di pubblico dominio oltre che di patrimonio dei movimenti e dei filoni editoriali più o meno improvvisati … ma oggi, cosa resta veramente del suo pensiero!? a mio avviso era l’uomo da seguire, forse l’unico e sottolineo “unico” uomo antisistema e sempre in prima fila nelle denunce, un napoletano doc.

Aveva una passione estrema per la sua natura meridionale infatti tra le sue iniziative ci fu una proposta di legge, quale? quella di rendere la lingua napoletana materia di studio …un po’ come vorrebbero alcuni esponenti neoborbonici , dai quali prese le distanze come si evince dal suo libro
“Quando l’Italia era solo il Sud” e che sia chiaro , non era ne un nostalgico e né un secessionista come qualcuno ha voluto far credere! oggi le tesi di mio Padre sono scritte nei libri di Gennaro De Crescenzo, Pino Aprile e Antonio Ciano , in quest’ultimo caso con un certo successo commerciale , e vi chiedo scusa se vi ho fatto pubblicità, non era mia intenzione.

Oggi i neoborbonici si richiamano anche ad Angelo Manna, ma ripeto, mio Padre non era un neoborbonico perchè unico anche nel suo genere!

mio Padre alla luce dei fatti oggi avrebbe commentato così: “gli opportunisti ci sono sempre e tentano sempre di agganciarsi a qualche filone se lo considerano redditizio … !” per me certe forme di rivendicazionismo e di revisionismo sono diventate una moda, ma aimè le mode passano! non lasciamo che il nome di mio Padre venga ricordato solo per una questione di mercato editoriale e politico! sapete bene che mio Padre lo ha fatto solo ed esclusivamente per una questione di cultura e di rivendicazione del proprio territorio!

Il sottoscritto, gran parte dei suoi fedelissimi e degli amici, oltre ai suoi collaboratori o politici dell’epoca, ricordiamo bene chi c’era sul camion insieme a mio Padre, il quale con un megafono in mano sia a Forcella che a piazza Amedeo ed a Monte Santo c/o la Pigna secca, cercava di smuovere il gregge di pecore, come coraggiosamente chiamava masochisticamente, che gli procurò, alla fine, “appena quasi” 90.000 voti! avevo circa 15 anni , e sul furgone mi fu concesso salire solo perche ero il figlio di Angelo Manna, “tu” dove eri?! al maschio angioino nello stesso giorno c’era Stefano Delle Chiaie e “tu” dove eri ?! al fronte del Sud a via Gennaro Serra ricordo Salvatore Lezzi , Roberto Bigliardo, Il Prof. Taccogna, Gennaro Rambone, Nando Dicè, Antonello Rondi ecc ecc , “tu” dov’eri?! fino ad ora non hai mai fatto nulla per mio Padre, ora perché ti fai pubblicità con il nome di mio “Padre” , tra l’altro dicendo cose non vere?!

Un ultima cosa, mio Padre usava un linguaggio colorito?! e beh sai? Quando avrai attaccato Clemente Mastella , Raffaele Cutolo , De Lorenzo , Bardellino ecc ecc , quando avrai fatto quasi 2000 interpellanze parlamentari, quando tra le tue proposte di legge avrai dato la pensione ai ciechi, quando avrai annullato la tua vita per dedicarala al Sud, quando avrai rischiato la vita per difendere il Sud, quando avrai scritto circa 25 libri di poesia e storia, quella vera su la storia d’Italia, allora ti sarà concesso di usare un linguaggio un po colorito riferendoti mio Padre .

Il mio numero di telefono lo conosci e per me sarà un vero piacere sentirti, sempre che ti accontenterai della mia voce un po “colorita” …

Diego Manna

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.