Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Francesco II delle Due Sicilie, a 125 anni dalla morte arriva l’annuncio: «Al via la causa di beatificazione»

Posted by on Dic 31, 2019

Francesco II delle Due Sicilie, a 125 anni dalla morte arriva l’annuncio: «Al via la causa di beatificazione»

125 anni fa si spegneva ad Arco di Trento, nell’allora Impero Austro-Ungarico, Francesco II delle Due Sicilie, l’ultimo sovrano della dinastia fondata da Carlo di Borbone.

Nella chiesa di San Ferdinando a piazza Trieste e Trento si è tenuta oggi la ormai tradizionale messa in suffragio dell’ultimo sovrano borbonico. Un evento fortemente voluto dal Movimento Neoborbonico e dall’associazione culturale Il Giglio. Alla presenza di una folta delegazione dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio una suggestiva messa di rito Tridentino ha ricordato la figura eroica dell’ultimo re di Napoli che preferì abbandonare la sua capitale per non espora agli orrori della guerra che i garibaldini stavano portando nel regno.

I conquistatori non ebbero alcun riguardo per i sovrani della deposta dinastia. Garibaldi prima e i Savoia poi, spogliarono i Borbone di tutti i loro averi personali, subordinando la restituzione dei cospicui patrimoni alla rinuncia di ogni diritto sul regno delle Due Sicilie. Offerta che Francesco II, pur tra mille ristrettezze economiche, respinse sempre con sdegno. 

fonte https://www.ilmattino.it/napoli/citta/re_francesco_ii_delle_due_sicilie_beatificazione-4949248.html

1 Comment

  1. Sono felice di questa iniziativa dell’Ordine Costantiniano!…le qualità umane di Francesco II e il senso delle sue responsabilità ne hanno fatto nello stesso tempo un eroe e un santo…il dovere di fronte al suo popolo lo hanno portato a decisioni estremamente dolorose! solo la sua fede deve averlo sostenuto ed è giusto che almeno se ne riconoscano a distanza le eccelse e rare virtù! caterina ossi

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.