Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Il 20 febbraio 1808 Andreas Hofer, patriota tirolese, viene fucilato dai francesi

Posted by on Feb 20, 2021

Il 20 febbraio 1808 Andreas Hofer, patriota tirolese, viene fucilato dai francesi

Andreas Hofer era un semplice oste. Viveva in Val Passiria, dove nacque nel 1767.

Oltre l’attività di oste, faceva anche il commerciante di cavalli. Per molti anni la sua vita fu ordinaria.

Ma poi il Tirolo, in seguito alla Pace di Presburgo del 1805, fu ceduto alla Baviera, ch’era filonapoleonica.

Incombevano riforme illuministe e anticlericali. Cose che Hofer, uomo di grande fede, non poteva accettare.

Si decise, pertanto, di mettere in pratica l’invito alla ribellione che era stato lanciato dall’Arciduca Giovanni, fratello dell’Imperatore.

Con l’aiuto del cappuccino padre Joachim Hespinger, Hofer riuscì a formare un nutrito esercito di volontari. Conseguì numerose vittorie. Sul Monte Isel riuscì a cacciare le truppe franco-bavaresi dalle Alpi Orientali.

Il giorno dell’Assunta, Hofer entrò trionfalmente ad Innsbruck come capo di un governo provvisorio. Fu allora che pronunciò queste parole: “Tutti quelli che vogliono essere miei compagni d’arme, devono combattere da valorosi, onesti e bravi Tirolesi per Dio, l’imperatore e la patria”.

Ma la Pace di Vienna decretò lo scioglimento del governo di Hofer. Il Tirolo fu riassegnato alla Baviera in cambio del Salisburghese.

Hofer cercò di opporsi, ma fu sconfitto ed inutile fu il tentativo di riorganizzare un esercito.

Fu costretto a rifugiarsi in alta montagna.

Venne tradito da uno dei suoi contadini per 1500 fiorini. Arrestato, fu mandato a Mantova e qui fucilato, nonostante i tentativi d’intercessione dell’Imperatore e di Metternich presso Napoleone.

È giustamente considerato l’eroe nazionale tirolese.

fonte

2 Comments

  1. Ricevo questa bella storia e mi permetto di condividerla…. forse e’ una delle tante… di tanti eroi sconosciuti che per fortuna loro oltre alla Patria avevano una fede nell’aldila’ che raddoppiava la forza per battersi fino in fondo… chissa’!. caterina ossi

  2. A Vipiteno prima del ponte sull’Isarco c’è il più grande monumento ad Andrea Hofer… avevo letto di lui in una descrizione dettagliata delle vicende che si svolsero nel Trentino e Alto Adige, di cui è diventato l’eroe… non ricordo il titolo del libro che ho regalato ad amici originari di lassù.. forse di Mario Agnoli.. caterina ossi

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.