Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

IL GOVERNO SGOMBRA I PORTUALI DI TRIESTE

Posted by on Ott 22, 2021

IL GOVERNO SGOMBRA I PORTUALI DI TRIESTE

Con gli idranti, gas lagrimogeni e manganellate su pacifici cittadini: uomini, donne con passeggini e bambini, in parte seduti a terra e in parte in piedi. Ecco la bravura del primo ministro Draghi. Un liberale di turno, che non sapendo come governare ha usato questi mezzi per imporsi su una parte del popolo dissenziente! Governare così è facile.

Difficile è essere uomini saggi di governo. Da sempre, chi ha paura di perdere il potere ha usato la forza. Accettare il dissenso ora, sarebbe per Draghi una sconfitta, e Draghi non vuole perdere la faccia davanti all’Europa. Ma gli italiani, quelli che ancora pensano con la propria testa, vaccinati o non vaccinati poco importa, che non hanno subito la formattazione del cervello, dicono ad alta voce: «Abbiamo un novello dittatore!» Ecco la nuova democrazia liberale! Quale rispetto può meritare da domani chi è ricorso a questi mezzi repressivi? La democrazia è moribonda, le nuove tecnologie nelle mani del potere politico renderanno l’uomo schiavo in cambio di un lascia passare.

Popolo d’Italia hai smesso di pensare? Non ti accorgi che ti stanno manipolando? Rinunci alla tua libertà per un lasciapassare? Non hai capito che questo è un ricatto per affermare il potere politico costituito. Domani che cos’altro accetterai? Ti farai castrare per un gelato alla nocciola? Se abbassi la testa oggi, non la rialzerai più! Questo atto di forza del governo è una violazione dei diritti civili del popolo lavoratore. Il novello dittatore ha inviato Bixio a Trieste per tutelare gli interessi economici delle “famiglie benestanti” che per la protesta dei portuali perdono fior di milioni al giorno.

Che bella mostra di forza, ministro! L’altro ieri accompagnavi con una mano un gruppo di facinorosi a distruggere una sede sindacale della Cgil a Roma per poter gridare il giorno dopo: Al lupo! Al lupo nero! E ieri, con l’altra mano davi addosso a pacifici cittadini, che esercitavano un sacrosanto diritto costituzionale. E dite “fascista” agli altri. Questa è la storia del bue che dà del cornuto all’asino. Sono questi gli uomini che pretendono di governare l’Italia. Chi di Speranza vive, dice il proverbio, di Speranza muore, e Draghi ci seppellirà tutti.

Il primo ministro cortese pone una mano sulla spalla del sindacalista Landini e al suo passaggio tutti si prostrano e vorrebbero baciare la mano del nuovo Messia, “il liberatore dell’Italia oppressa”, ma oppressa da chi se non dal governo? E il Papa che fa? non protesta per quest’atto “eroico” del primo ministro d’Italia? Che volete che vi dica, sono soltanto 30 poveri portuali di Trieste che vogliono affondare la nave Italia! Ipocriti, siete la vergogna della nazione, sapete contare solo fino a 30 e volete governare il Paese? Talpe, non vedete le piazze di tutta Italia gremite di migliaia di uomini che protestano contro il vostro lasciapassare? Dopo tutto, se il Papa tace, i sindacati tacciono, le forze politiche di maggioranza applaudono e i media si associano, a chi importa tutto questo? Negli gli annali di storia, Draghi sarà ricordato come il tiranno d’Italia del XXI secolo.

19 ottobre 2021

Vincenzo Giannone

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.