Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

LA STAFFETTA ANTISUD. MENTANA, DALLA CHIESA, FELTRI, DEL DEBBIO, GILETTI, RICCI, PALOMBELLI, ANNUNZIATA… CHI SARA’ IL PROSSIMO?

Posted by on Mar 24, 2020

LA STAFFETTA ANTISUD. MENTANA, DALLA CHIESA, FELTRI, DEL DEBBIO, GILETTI, RICCI, PALOMBELLI, ANNUNZIATA… CHI SARA’ IL PROSSIMO?

Dopo la “lezione di vita” elargita dalla Palombelli sono andata alla ricerca di un altro episodio, che ricordavo ( sono ligia anch’io: capita a chi è nata nell’area Sud della penisola italica, patria di letterati, filosofi e matematici, nota come Magna Grecia) in cui la Palombelli aveva dato il “meglio” di sè contro il Sud.

Era proprio il 21 marzo di ben dieci anni fa ( avrà voluto festeggiare il decennale?) quando durante una puntata di forum venne fuori che un papà del nord opponeva un divieto alla figlia a partecipare alla gita scolastica a Napoli. Alla reazione di una ragazza di Salerno, che decantava il patrimonio culturale della nostra area, lamentando una scarsa valorizzazione, la Palombelli fece capire subito da che parte stava: “Va bè, ma uno accende la telvisione vede che a Napoli ci sono solo sparatorie…c’ è da capirlo. E’ brutto da dire, ma…” Ho fatto appena in tempo a ricordare quanto ci “amasse” la Palombelli che la Annunziata, in un cambio di staffetta si produceva in una performance che lèvati. E, riprendendo la notizia risultata falsa di 249 medici disertori, diventati per l’Annunziata 300 (che stai a guardare il pelo?) di un ospedale non specificato ,che non poteva che essere il Cardarelli, produceva un assist all’ospite prof Galli che grato, poteva esplicare al meglio il ruolo di vittima : “Non mi faccia parlare degli ospedali, degli episodi, perché sono già stato tacciato di essere un settentrionale non meridionalista”. Che fosse combinato ad arte per risollevare le sorti di Galli, fino a poco tempo fa simbolo dell’efficienza sanitaria del nord, ora allo sfascio totale, appare evidente. E ancor più evidente è che in un paese la cui espressione politica è il dualismo, inteso come nord eccellenza-sud deficienza, il forte tracollo di questa visione non poteva che prevedere una forte azione contro il sud. Quel che mi chiedo: chi sarà il prossimo a cui toccherà di attaccarci? Fra quante ore ? Si accettano scommesse.

Annamaria Pisapia

1 Comment

  1. Purtroppo è la marea che dal nord abbiamo visto fuggire verso sud la risposta alla domanda…e non certo per colpa di chi vuol tornare in vista del pericolo alla sua gente, ma per colpa dell’inefficienza diffusa della sanità in tutto il territorio…nonostante i tanti, tantissimi medici e ricercatori appassionati della loro professione che coltivano la ricerca con mezzi sempre più scarsi, e le devianze interessate con una Roma che taglia i fondi alla sanità pubblica, tradendola, e incrementando l’iniziativa di centri privati… ma in casi di emergenza come quello che viviamo dobbiamo dire: meno male che esistono, se non altro per stimolo all’efficienza…che mai con tanta evidenza si sta avvalendo di competenze specifiche… la nullità desolante oggi è a Roma…ma per fortuna lì c’è il Papa che in questo caso dà esempio e.. fiducia. caterina ossi

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.