Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

La via della seta nel Regno di Napoli.Dalle politiche mercantilistiche alle riforme borboniche.

Posted by on Gen 17, 2022

La via della seta nel Regno di Napoli.Dalle politiche mercantilistiche alle riforme borboniche.

Questo libro ha tratto spunto dalla partecipazione al Seminario su Grandi e piccole
illusioni, organizzato nel maggio del 2019 dall’Istituto per la Storia della Società e dello
Stato Veneziano presso la prestigiosa Fondazione ‘Giorgio Cini’, nell’incantevole Isola
di San Giorgio Maggiore.

Un confronto interdisciplinare di cui mi sono più volte
giovato e che negli anni è diventato un riferimento culturale importante ed una
consuetudine scientifica che si è rinnovata sotto la guida sapiente del Professor Gino
Benzoni e le affettuose ed attente premure della dottoressa Elena d’Este. Gli incontri
annuali hanno consentito a tanti studiosi di potersi confrontare e di ciò sono grato ai
Coordinatori delle diverse Sezioni che, attraverso un magistrale impegno, hanno
potuto consolidare questa realtà, nella speranza che possa àncora rinnovarsi.
Volgendo indietro lo sguardo, nel licenziare questo lavoro, mi sono reso conto d’aver
contratto molti debiti di amicizia a cui, nel tempo, vorrò mantener fede.
Sono particolarmente grato agli Amici Professori Francesco Eriberto d’Ippolito e
Marianna Pignata per le esortazioni di questi anni, i suggerimenti riservati ed il tempo
che mi hanno generosamente donato.
Questa ricerca si è certamente giovata del premuroso sostegno degli Amici e Colleghi
Scuola Napoletana, a tutti loro sono sinceramente grato.
Viva riconoscenza esprimo al Professor Giuseppe Cirillo per il costante sostegno
scientifico, i preziosi suggerimenti e per aver accolto il testo in questa prestigiosa
Collana.
Al mio Maestro Aurelio Cernigliaro devo la infinita gratitudine di chi è consapevole
d’aver ricevuto più di quanto sia riuscito a rendere. La grande generosità e la passione
civile con cui conduce quotidianamente l’impegno nella ricerca e nella vita
dell’Università restano per me un esempio.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.