Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

L’INFERNO DELLA POESIA NAPOLETANA DA ASCOLTARE

Posted by on Dic 20, 2020

L’INFERNO DELLA POESIA NAPOLETANA DA ASCOLTARE

L’INFERNO DELLA POESIA NAPOLETANA DA ASCOLTAREL’Inferno della Poesia Napoletana è un prezioso volume pubblicato per la prima volta qualche decennio fa, un’antologia delle poesie erotiche napoletane ‘maledette’ d’ogni tempo.

Spesso in ombra per il linguaggio colorito dei versi, contiene l’eco del sublime parlato viscerale di Napoli, una pura emanazione dal ‘volgo’ e quindi ‘volgare’ solo in quel senso.
L’opera, curata dal compianto Angelo Manna, comprende gli scritti di penne illustri tra cui Ferdinando Russo, Salvatore Di Giacomo, Gabriele D’Annunzio, il Marchese di Caccavone e lo stesso Manna.”

Cosi recita la recensione del libro scritta da Annamaria Cirillo della Libreria Neapolis ma………chi ha ascoltato gli “Squallor” e li ha trovati volgari e pornografici allora non deve ascoltare L’INFERNO DELLA POESIA NAPOLETANA perché comincerebbe ad amarli, chi è perbenista e benpensante non deve ascoltare L’INFERNO DELLA POESIA NAPOLETANA, chi pensa che sono espressioni di maschilismo, di sessismo o di immoralità non ascoltasse chi è un moralista discepolo del politicamente corretto e del pensiero unico non può ascoltare L’INFERNO DELLA POESIA NAPOLETANA

Chi invece non è tutto questo posso consigliare di ascoltare L’INFERNO DELLA POESIA NAPOLETANA perchè anche se non lo trova interessante ha comunque  il pensiero libero da pregiudizi e non giudica ma cambia soltanto…..canale.

Buon ascolto a chi lo farò ricordando che ascolterete la voce di Aldo Giuffrè e di Angelo Manna 

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.