Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Napoli, gira mezza città per ritrovare i proprietari di una borsa dimenticata con oltre 8 mila euro e preziosi

Posted by on Lug 12, 2022

Napoli, gira mezza città per ritrovare i proprietari di una borsa dimenticata con oltre 8 mila euro e preziosi

Pino Mobilia, titolare di un negozio di intimo a Santa Teresa degli Scalzi, salta in scooter e batte il capoluogo finché non s’imbatte nella famiglia giusta. Il giovane celebrato sui social

«Sei grande ». «Nipote mio, sei diventato famoso». Non si attenua, almeno sui social, il clamore suscitato a Napoli dalla notizia del giovane che ha girato in scooter la città in lungo e in largo per ritrovare i proprietari di una borsa dimenticata in strada e contenente al suo interno denaro contante ed oggetti preziosi per un valore tra gli 8 e i 10 mila euro. Il protagonista della storia è Pino Mobilia, titolare di un negozio di intimo a Santa Teresa degli Scalzi. E la sua vicenda, il suo esempio «che rompe un po’ con gli stereotipi legati a questa città», è stata rilanciata oggi anche dal consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Borrelli.

Le ricerche e le verifiche

Il giovane commerciante nella giornata di sabato è stato richiamato sull’uscio del suo negozio da un insolito vociare che proveniva dalla strada. Appresa la notizia del ritrovamento della borsa con tutti quei soldi, lasciata inavvertitamente sul posto da qualcuno, non ci ha pensato su due volte e l’ha prontamente sottratta da mani che avrebbero potuta farla sparire. Accertata la presenza al suo interno anche di un portafoglio contenente i documenti di identità, Mobilia si è fatto prestare uno scooter da un conoscente e dopo essersi assicurato della presenza di familiari nel suo negozio ha raggiunto il domicilio segnato sui documenti. Ma qui ha appreso che era solo la vecchia abitazione della famiglia in questione, che aveva cambiato nel frattempo residenza. Si tratta di stranieri che vivono a Napoli. Rientrato nella zona di Santa Teresa al Museo ha fatto una serie di verifiche presso il locale ufficio postale dove ha trovato impiegati che hanno riconosciuto la persona indicata sulla carta d’identità. Questi ultimi l’hanno contattata telefonicamente e così, dopo un po’, i legittimi proprietari della borsa e dei soldi ne sono rientrati in possesso. Hanno spiegato che non lasciano i loro beni in casa quando escono per il timore dei furti in appartamento anche se, per come sono poi andate le cose, sarebbe stato meglio essere più prudenti.

Piero Rossano
IL CORRIERE DELLA SERA

segnalato da Erminio De Biase

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.