Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Nota informativa n. 6 maggio-agosto 1997

Posted by on Mar 11, 2022

Nota informativa n. 6 maggio-agosto 1997

Interventi dell’Istituto

 Nell’ambito del convegno «I popoli contro l’utopia. Bicentenario delle insorgenze antigiacobine in Italia» tenutosi a Busto Arsizio (Varese) dal 17 al 25 maggio 1997 e organizzato dai locali Centro di Solidarietà San Riccardo Pampuri (CDS) e Comunità Giovanile, il dott. Gabriele Fontana dell’ISIN il 24 maggio ha tenuto una relazione dal titolo «I popoli contro l’utopia». Presenti circa trenta persone.

 Il giorno 30 maggio 1997, è stato pubblicato su il Secolo d’Italia, quotidiano di Alleanza Nazionale, nell’ambito della rubrica settimanale Dizionario del Pensiero Forte, un saggio di Luca De Pero dell’ISIN dal titolo «1797, le Pasque Veronesi antigiacobine».

Attività dell’Istituto

 Con delibera n. 217 del 20 maggio u.s. il Comune di Soveria Mannelli, in provincia di Catanzaro, ha deciso la sua adesione all’Istituto con la seguente motivazione:«Premesso che l’A.C. ha individuato nella minuziosa ricostruzione storica del nostro passato più recente uno degli obiettivi primari del proprio programma; che, nel nostro passato più recente, alcuni degli avvenimenti che hanno inciso più profondamente nel tessuto sociale locale sono stati registrati dalla storiografia ufficiale più come “cronaca” che come “storia”; che occorre dunque compiere uno sforzo interpretativo, che, liberandosi da carenze e pregiudizi interpretativi, riesca a mettere in discussione la versione ufficiale della storia patria; che, da tale punto di vista, il fenomeno delle insorgenze assume carattere di manifestazione immediata e spontanea di un sentimento che potrebbe definirsi “nazionalismo spontaneo”; che l’Istituto per la Storia delle Insorgenze (ISIN), con sede in Milano, Via Castelmorrone 8, si occupa di analizzare e catalogare i suddetti fenomeni insurrezionali autonomi; […] risulta pertanto opportuno aderire all’ISIN, impegnandosi a segnalare allo stesso i fenomeni di insorgenza verificatisi nel nostro territorio, unitamente alle fonti ed ai documenti di cui si viene a conoscenza, nella auspicabile previsione di iniziative comuni».

(L’Istituto ringrazia per l’autorevole e cortese deliberazione e auspica a sua volta che il futuro offra opportunità di collaborazione al fine di migliorare la conoscenza dell’Insorgenza delle Calabrie, una delle aree del Paese nelle quali il fenomeno ebbe maggior durata e più intenso vigore).

Notizie e segnalazioni

 Il volume di Francesco Mario Agnoli, Guida introduttiva alle insorgenze contro-rivoluzionarie in Italia durante il dominio napoleonico (1796-1815), Mimep-Docete, Pessano (Milano) 1996, è stato recensito dalle seguenti testate:

Studi Cattolici, marzo 1997.

(Del volume — come pure dell’ISIN — ha fatto menzione, nel quadro di un articolo fortemente negativo sul rinnovato interesse all’Insorgenza da parte di numerosi studiosi italiani, il quotidiano di estrema sinistra Liberazione: cfr. MASSIMO CATTANEO, Smanie insorgenti, in Liberazione, 10-6- 1997).

 Alcuni saggi di studiosi membri o corrispondenti dell’ISIN sono apparsi nel volume edito dall’IDIS, ISTITUTO PER LA DOTTRINA E L’INFORMAZIONE SOCIALE, Voci per un «Dizionario del Pensiero Forte», a cura di Giovanni Cantoni, Cristianità, Piacenza 1997. Il volume raccoglie le voci della rubrica omonima comparse settimanalmente sul Secolo d’Italia. Quotidiano di Alleanza Nazionale nel corso del 1996: cfr. FRANCESCO PAPPALARDO, Il Brigantaggio (1860-1870), pp. 65-70; OSCAR SANGUINETTI, I «cristeros» messicani (1926-1929), pp. 119-124; FRANCESCO PAPPALARDO, Il sanfedismo, pp. 215-220; RENATO CIRELLI, La Vandea, pp. 245-256.

 Domenica 26 ottobre 1997 si terrà a Milano, presso l’Hotel Michelangelo (piazza Luigi di Savoia, 33, ang. via Scarlatti, zona Stazione Centrale, tel. 02/6755) il secondo convegno nazionale dell’ISIN sul tema Le insorgenze anti-giacobine, il problema dell’identità nazionale e la «morte della patria». Spunti per una rinascita della «nazione spontanea».Organizzato in collaborazione con Alleanza Cattolica e Cristianità e con l’Assessorato alla Cultura e Trasparenza della Regione Lombardia, l’incontro presenterà le conclusioni del percorso di ricerca seguìto da studiosi di diverse parti d’Italia sul tema dell’Insorgenza contro-rivoluzionaria italiana degli anni della dominazione napoleonica (1796-1815) e dei suoi nessi con il più generale problema dell’identità culturale e civile della nazione italiana. Il convegno fa seguito a quello tenutosi a Milano il 12 maggio 1996, avente come tema la celebrazione dell’inizio del bi-centenario dell’Insorgenza.

Il convegno si rivolge a un pubblico il più ampio possibile e non presenta pertanto requisiti di partecipazione, che è altresì del tutto gratuita.

L’incontro si prefigge in particolare di:
(a) tracciare un bilancio delle celebrazioni svolte e degli studi apparsi nei primi due anni della ricorrenza del secondo centenario dell’Insorgenza (1996 e 1997);
(b) rievocare le insorgenze dell’Italia Centrale degli anni 1797-1798 — la seconda tranche dell’Insorgenza italiana durante il Triennio Giacobino: la terza, quella relativa a Napoli e al Meridione, verrà affrontata nel 1999;
(c) recuperare i lineamenti della tradizione politica italiana pre-unitaria, analizzarne i nessi con il fenomeno dell’Insorgenza e tentare una risposta al quesito relativo del ritardo dell’unità politica in Italia;
(d) partendo dall’Insorgenza, inquadrare i problemi oggi sul tappeto — il senso della patria; il pluralismo ideologico e culturale e la coesione del tessuto etico civile; il federalismo e il tramonto degli stati nazionali; la seconda repubblica —, avvalendosi di elaborazioni concettuali quali la «morte della patria»; il mito della «Grande Italia»; la «nazione spontanea», allo scopo di favorire il recupero del senso comune di appartenenza nazionale, al di là delle ideologie moderne e contro il processo che coniuga micro-nazionalismo ed esproprio della sovranità degli stati nazionali.

Programma

ore 10 Apertura dei lavori a cura del dott. Gabriele Fontana dell’ISIN.

ore 10,15 Saluto ai convenuti da parte dell’Assessore alla Cultura e alla Trasparenza della Regione Lombardia, dott. Marzio Tremaglia.

ore 10,30 Insediamento della presidenza e comunicazione del prof. Marco Tangheroni, dell’Università di Pisa.

ore 11 Ia relazione: dott. Marco Invernizzi, presidente dell’ISIN, A due anni dall’inizio del bi-centenario dell’Insorgenza italiana.

ore 11,45 IIa relazione: dott. Sandro Petrucci, 1797-1798: le insorgenze dell’Italia Centrale nel Triennio Giacobino.

ore 12,30 Pausa dei lavori.

ore 14,30 IIIa relazione: dott. Francesco Pappalardo, La cultura politica pre-unitaria e il concetto di «nazione spontanea».

ore 15,15 IVa relazione: sig. Giovanni Cantoni, Dalla «morte della patria» a un rinnovato senso nazionale: un itinerario.

ore 16 Chiusura dei lavori.

I relatori

Marco Invernizzi, di Milano, è laureato in filosofia all’università Cattolica del Sacro Cuore; è autore di numerosi volumi e saggi sulla storia del movimento cattolico e della Chiesa, nonché sulla storia dell’Italia moderna e contemporanea; è titolare della rubrica settimanale «La Voce del Magistero» presso Radio Maria; è presidente dell’ISIN.

Sandro Petrucci, di Macerata, già allievo del medievista Marco Tangheroni all’università di Pisa, insegna al presente storia al liceo di Civitanova Marche (Macerata). Nel 1995 ha pubblicato la ricerca storica Insorgenti marchigiani, avente come tema l’insorgenza delle Marche nella sua prima fase, quella del 1797.

Francesco Pappalardo, napoletano, è direttore responsabile della rivista Cristianità, sulla quale ha pubblicato numerosi saggi aventi come tema il Risorgimento e la storia nazionale; collabora ad altre testate italiane — fra le quali il Secolo d’Italia, quotidiano di Alleanza Nazionale — ed estere. È autore di un volume dal titolo Il mito garibaldesco, di prossima uscita presso le edizioni Cristianità. Dirige l’IDIS, Istituto per la Dottrina e l’Informazione Sociale, di Roma.

Giovanni Cantoni, di Piacenza, dirige Alleanza Cattolica ed è editore della rivista Cristianità. Autore di libri e di molteplici saggi politici e culturali, collabora a pubblicazioni di livello nazionale e internazionale.

 Libri ricevuti

AA. VV., Modena napoleonica nella cronaca di Antonio Rovatti, 2 voll., Fondazione Cassa di Risparmio di Modena-Amilcare Pizzi, Cinisello Balsamo (Milano)-Modena 1995-1996; [vol. I: 1796-1797. L’Albero della Libertà, a cura di Gian Paolo Brizzi; vol. II: 1798-1799. Modena repubblicana, a cura di Gian Paolo Brizzi ed Elena Corradini].

LUISA BASILE, DELIA MOREA, I briganti napoletani. Quattro secoli di storia, avventure e crimini da Fra Diavolo a Carmine Crocco, Tascabili Economici Newton, Roma 1996.

FABRIZIO GALVAGNI, Col fuoco e col saccheggio sottomessa. 1797: fatti e testimonianze dell’insorgenza della Vallesabbia e della riviera del Garda, con ill., I quaderni della Compagnia delle Pive, n. 3, 1997 [Compagnia delel Pive. Associazione per la ricerca, lo studio, la pratica e la diffusione della cultura e delle tradizioni di Valle Sabbia, via Ronchi, 24, 25079 Vobarno (Brescia)].

FABRIZIO GALVAGNI, Don Giuseppe Catazzi. Un parroco nell’insorgenza valsabbina, Centro Sociale Parrocchiale Vobarno. Commissione Culturale, Vobarno (Brescia) 1997.

ANNA MARIA RAO, La Repubblica napoletana del 1799, Tascabili Economici Newton, Roma 1997.

PIETRO RICCOBELLI, Memorie storiche della provincia di Brescia e particolarmente delle Valli Sabbia e Trompia dal 1796 al 1814, Venturini, Brescia 1847, rist. anast. a cura della Comunità Montana di Valle Sabbia in collaborazione con l’Amministrazione Provinciale di Brescia e la Comunità Montana di Valle Trompia, Tip. Squassini, Brescia 1996. (Le memorie dell’erudito medico valsabbino contengono una buona descrizione dell’insorgenza delle valli bresciane nel 1797).

 Appunti di storia dell’Insorgenza / 5

Pubblichiamo il testo – rivisto ed integrato – della prima parte della relazione tenuta dal dr. Paolo Martinucci, corrispondente dell’ISIN di Sondrio, in occasione del convegno dal titolo «Una Vandea lombarda: le valli bergamasche e bresciane a duecento anni dall’Insorgenza antigiacobina», tenutosi a Desenzano del Garda (Brescia) il 6 aprile 1997. L’intervento – il primo dei quattro del convegno – è stato volto a ricostruire le premesse culturali, religiose e politiche dell’Insorgenza nelle province di Bergamo e di Brescia, allora parte della Repubblica di Venezia.

PREMESSE STORICHE E CULTURALI DELL’INSORGENZA NEL BERGAMASCO E NEL BRESCIANO (Prima parte)
di Paolo Martinucci

fonte

http://www.identitanazionale.it/boll_m006.php

NELL’IMMAGINE DEL TEMPO I CONVOGLI DI OPERE D’ARTE TRAFUGATE A NAPOLI E IN ITALIA E IN PARTENZA PER PARIGI…

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.