Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Ponte borbonico sul fiume Liri ad Isoletta d’Arce

Posted by on Giu 23, 2019

Ponte borbonico sul fiume Liri ad Isoletta d’Arce

Dal Sacchetti apprendiamo che, 75 anni fa, il 25 maggio 1944, i Tedeschi in ritirata fecero saltare con la dinamite il ponte sul fiume Liri fatto costruire da Ferdinando II di Borbone, insieme con la strada Civita-Farnese (Itri-Arce), negli anni cinquanta dell’Ottocento.

Nei quattro piloni centrali di tale ponte erano presenti dei fori a forma di giglio, che era l’emblema dei Borbone di Napoli. Questo fatto, probabilmente, lo rendeva unico al mondo.

Quando fu ricostruito, nessuno si ricordò dei gigli. Eppure gli stessi avevano la funzione di alleggerire la pressione dell’acqua sulla struttura in caso di piene del fiume.

Gli ingegneri borbonici progettavano i ponti in modo che sfidassero i secoli. Tedeschi permettendo.

Ringrazio, alla memoria, il dott. Modesto Monti, che vedete in basso, per aver messo a disposizione la foto, tratta dal secondo vol. della mia monografia su Arce, riprodotta dal maestro Romeo Fraioli Bianchi.


Per maggiori notizie, v. l’articolo di Costantino Jadecola in “Quaderni Coldragonesi 6”, scaricabile dal sito del Comune di Colfelice.

segnalato da Ferdinando Corradini

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.