Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Riflessioni di Luciano Salera

Posted by on Nov 27, 2016

Riflessioni di Luciano Salera

FIORE MARRO INTERVISTA LORENZO DEL BOCA PER IL GIORNALE  IL ROMA

«La storia la scrivono i vincitori i quali si preoccupano di esagerare le loro piccole virtù con il non riconoscerne nessuna a coloro che sono stati sconfitti. Di solito, è un processo che dura qualche anno. Poi le accademie universitarie si preoccupano di rimettere le cose al loro posto costruendo un racconto più equilibrato e condivisibile, togliendo il troppo che era stato messo da una parte e aggiungendo il poco che era rimasto nell’altra. Questo in tutto il mondo ma non in Italia dove da secoli i libri, nelle scuole, propongono da sempre la stressa storia, con la medesima retorica e l’identica narrazione.» 

Caro Claudio,

ho letto con interesse ma con poca o nessuna condivisione circa gli argomenti esposti nell’intervista di Fiore Marro a Lorenzo Del Boca per il Roma.

Orbene, premesso che stimo moltissimo Del Boca e che altrettanto vale per l’amico Fiore Marro, ci sono

alcune strampalate considerazioni che Del Boca afferma e che Marro riporta e sottoscrive (senza controbattere) che mi lasciano estremamente perplesso. Proverò ad indicarne qualcuna avendo cura di non esagerare al fine di non sconfinare nella polemica da cui, al contrario, desidero sottrarmi per “quieto vivere”.

Dunque: La storia la scrivono i vincitori sarebbe un processo che dura qualche anno? Davvero?

E dopo qualche anno chi è che rimette le cose a posto? Le accademie universitarie! Quì siamo nella vera

e propria “pochade” … infatti se c’è un luogo in cui sono state costruite e consolidate tutte le bufale risorgimentali sono state la Accademie universitarie che, ancora oggi, continuano ad imperversare!

Malgrado queste premesse Del Boca, sbagliando, forse, i calcoli, afferma che in Italia, nei confronti del

processo che dura qualche anno,  da secoli, nelle scuole propongono da sempre la stessa storia con la medesima retorica e l’identica narrazione. Mettiamoci d’accordo: si tratta di qualche anno oppure di secoli?

Allora, abbiate bontà, cerchiamo di metterci d’accordo su quanto intendiamo dire al fine di non affermare qualcosa e, subito dopo, il contrario di quanto si è appena affermato.

Cordialità

Luciano Salera

  

 

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.