Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

Ruffo a Paliano e Piglio

Posted by on Mag 23, 2016

Ruffo a Paliano e Piglio

domenico tagliente mi manda una sua esperienza personale avuta con il Principe Ruffo che di seguito riporto.

Il principe  Ruffo di Calabria era il proprietario della Selva di Paliano  500-600Ha di terreno aveva una decina di Ha di vigneti una vaccheria di 500-600 mucche una trentina di ettari a bosco riserva cinghiali e altri animali 200 a cereali resto a fieno per i bovini.

Quando  in aprile del1970 sono arrivato in cantina sociale a Piglio c’era un programma finanziato dalla CEE per 250 Ha di vigneti con contributo a Ha di un milione e mezzo di lire il P. Ruffo si prenotò per 100 Ha che furono da seguiti e nel 1975 andarono in produzione con conferimento alla Cantina Sociale Piglio mentre i suoi vecchi vigneti se li vinificava in azienda ma volle che me ne occupassi io, con una dose di fortuna feci del Cesanese del Piglio DOC da favola.

Così fece una festa, si diviene a confidenza nell’occasione e gli dissi  che il grano che coltivava  era condotto con sistema atavico e poco curato così mi affidò 50 Ha su 200 Ha da seminare cosi applicando  la concimazione il diserbo delle erbe la scelta del seme e la possibilità d’irrigare e un’annata climatica con 50 Ha furono prodotti

granella pari ai 150 Ha così festeggiammo una pranzo con una vitella arrosti intera.

La collaborazione  è durata fino al 1993  con l’estirpazione vigneti  e cessione dell Selva  alla Regione  Lazio per Parco  naturale

Domenico Tagliente

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: