Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

serenata profumata :poesia comica napoletana/educazione sessuale

Posted by on Mar 17, 2020

serenata profumata :poesia comica napoletana/educazione sessuale

Tengo ‘na voglia e fa
sto qua apposta, nu sfogo,
nu bisogno del mio cuore.

Mannateme nu vaso per favore,
non mi fate crepar , per carità!
Mandatemi nu vaso e bello bello
e mentre voi state affacciata,
io canterello , nu vaso che vi fa?
Si no io qua sotto, mi confondo
e faccio ‘o pasticciotto.
Mannateme nu vaso nfru’ nfru’
che nun pozzo proprio cchiu”!
Voi mi portate il broncio
per quell’atto che feci contro
vostro zio Macario, ma quello li’
fu un atto necessario, lo feci
pecchè a fforza l’aveva fa!
Vedendomi alla prese col vecchiotto,
per la troppa emozion mi feci sotto.
Ma voi che siete buona e generosa,
passeteci pe sopra a quella cosa.
Nfru’ nfru’ nfru’
se voi mi perdonate , quest’atto grande
non lo scordo piu’!
Giacchè nun me vulite da’ nu vaso,
se avete un po’ di carta, datemmelle,
quando ci faccio sopra, o Chiarastella,
un segno del mio cu..ore e ve lo do’!
Mi vorreste vedere in ritirata?
Ma vi sbagliate, o donna ingrata,
Nfru’ nfru’ nfru’
nessuna ritirata,
io mi faccio sempre sotto
e non ci penso piu’!

Pasquale Cinquegrana

L’educazione sessuale :poesia di Ugo Azzolino

Eppure sta balorda umanità
nun sape proprio cchiù che va truvanne.
Se fanne ‘e figlie “a miliune d’anne
mo, tutt’assieme, ce ‘o vonno mparà.
Si sape chistu fatto ‘o cane mio
chisà quanta resate ca se fa,
e già… pecchè dicesse: “baccalà!
si proprio nun ‘o ssaìe t’ ‘o dich’io!”

I’ ammetto ‘a scola guida p’ ‘a patente,
pecchè guida’ oggi è pericoloso
e, quindi, è giusto far lo scrupoloso
pe’ scongiurà nu guaio o n’incidente
Ma pe’ fa’ ‘e figlie nun ce vo` ‘a patente!
Ma vuo’ vede’ ca ogge pe’ fa’ ammore,
t’hê studia’ l’interno d’ `o… ‘mutore’?
Stu fatto è overamente divertente!

Ma che ce ponno di’ a na criatura
ca tene appena appena sette ott’anne?
Che ce hanno ‘a dì? Mammà e papà che fanne
‘a notte chiuse ‘nt’ ‘a na stanza oscura?

Oppure hanno ‘a spiegà ‘a cunetta, ‘o dosso,
‘o senso unico o alternato,
addò se passa, addò è vietato,
comme hanno ‘a fa quann”o signale è rosso?

Ma chistu ccà è nu fatto naturale!
Ccà nun se tratta ‘e circolazione
e ‘o vigile ca fa ‘a contravvenzione
pecchè nun saie ‘o codice stradale!
Ma cheste songo overe cose ‘e pazze!
Si jamme ‘e chistu passo ‘e studentelle
a scola purtarranno ‘e cupertelle,
e ‘e studentielle, certo, ‘e matarazze…

Po’ ce starrà ‘o suggetto assaie sgubbone,
‘o tipo ch’è attaccato a studia’…
diciteme na mamma ch’addà fa?
…ate ca felle ‘e carne e zambaglione!

Na cosa nun capisco, nun l’afferra!
Vi giuro ca me lassa assai perplesso,
comme farranno po’… c’ ‘o ‘terzo sesso’?
Eppure ce ne stanno ncopp’ ‘a terra!

Forse ‘o penziero mio sarrà ‘e nu fesso,
ma credo che a riguardo a chistu sesso,
o so’ cretine o so’ prufessuresse,
‘e figlie se faranno semp’ ‘o stesso!

Ugo Azzolino

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.