Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

STORIA DI SUIO PERLA DELL’ALTA TERRA DI LAVORO

Posted by on Set 23, 2020

STORIA DI SUIO PERLA DELL’ALTA TERRA DI LAVORO

IL NOME SUIO E’ LEGATO AL CASTELLO, CASTRUM SUJI, SORTO DOPO LA VITTORIA CONSEGUITA DALLA LEGA DEI DUCHI CRISTIANI, CAPEGGIATA DAL PONTEFICE GIOVANNI X, NELLA GUERRA CONTRO I SARACENI, NEGLI ANNI 915-916. 

L’YPATA DI GAETA,CHE PRESE PARTE ALL’ALLEANZA, RIOTTENNE NEL 917 IL PROPRIO TERRITORIO, CADUTO IN MANO NEMICA E CONCEPI’ ALLORA IL DISEGNO DI COSTRUIRE, SULLA COLLINA PROSPICIENTE IL MARE, UN CASTELLO, PRESUMIBILMENTE COMPIUTO NEL 935,  DA ELEVARE A CONTEA ED ESSENZIALE PER AVERE UN EFFICACE CONTROLLO DELLE INCURSIONI DEI NOTI E TERRIBILI CORSARI, CHE RISALIVANO LA FOCE DEL GARIGLIANO. LA FORTIFICAZIONE E’ POSTA SU UNA ALTURA A CIRCA 170 METRI S.L.M., A RIDOSSO DELLA SPONDA SETTENTRIONALE DEL FIUME, DA CUI SI HA UNA VISUALE DA MONTE ORLANDO AL MONTE MASSICO SU TUTTA LA PIANA. ILPRIMO DOCUMENTO UFFICIALE CHE PARLA DI SUIO E’ IL TESTAMENTO DI DOCIBILE II IPATA E DUCA DI GAETA PUBBLICATO NEL CODICE DIPLOMATICO GAETANO, PORTA LA DATA DEL MAGGIO 954. NEL PRIMO DECENNIO DEL XI SECOLO SUIO DIVIENE CONTEA AUTONOMA. NEL 1040 IL CONTE UGO, FIGLIO DI DOCIBILE MAGNIFICO CAPOSTIPITE DEI CONTI SUIESI, DONA META’ DEL CASTELLO ALLA POTENTE ABBAZIA DI MONTECASSINO, CHE NE OTTENNE IL CONTROLLO COMPLETO NEL MESE DI MAGGIO DEL 1079, QUANDO L’ULTIMO CONTE REGNANTE DI SUIO GIOVANNI FIGLIO DI UGO, DONA ALL’ABATE L’ALTRA META’ DEL CASTELLO. NELL’OTTOBRE DELLO STESSO ANNO L’ABATE DESIDERIO, CHE NEL 1087 DIVERRA’ PAPA CON IL NOME DI VITTORE III, CONCESSE AI SUIESI  LE “CHARTAE LIBERTATIS”, DELLE CARTE DI FRANCHIGIA, COME GIA’ AVEVA FATTO NEL 1061 PER TRAIETTO, CHE INCLUDEVA UNA SERIE DI DIRITTI E PRIVILEGI MOLTO MODERNI. SUIO ENTRO’ NELL’ ORBITA NORMANNA, CON RICCARDO II DELL’AQUILA DUCA DI GAETA NEL 1090, PER POI RITORNARE PER MANO DI ROBERTO DI CAPUA E PER VOLONTA’ DEL POPOLO ALL’ABATE DI MONTECASSINO GERARDO, IL QUALE SI DEDICO’ A LAVORI DI FORTIFICAZIONE, CHE PROSEGUIRONO  PER DIECI ANNI, FINO 1125. NEL 1126 GOFFREDO, FIGLIO DI RICCARDO DELL’AQUILA SI IMPOSSESO’ CON LA FORZA DEL CASTELLO, PER VENDICARSI DEGLI ABITANTI CHE SCELSERO DI ESSERE GOVERNATI DA MONTECASSINO. AGLI INIZI DEL DUECENTO NEL BORGO NACQUE TOMMASO DA SUIO, MAESTRO E NOTAIO ALLA CORTE DELL’IMPERATORE FEDERICO II DI SVEVIA. A PARTIRE DAL XV SECOLO SUIO SEGUI’ I DESTINI DELLA CONTEA DI FONDI, ATTRAVERSO LE SUCCESSIONE DELLE FAMIGLIE, CAETANI, COLONNA, CARAFA, MANSFELD E DI SANGRO, FINO ALL’ABOLIZIONE DELLA FEUDALITA’ NEL 1806. CON LA LEGGE DEL 2 AGOSTO DELLO STESSO ANNO, SI ERA PROVVEDUTO AD AGGREGARE IL COMUNE DI SUIO A CASTELFORTE A PARTIRE DAL 1807, QUANDO, CAUSA SPOPOLAMENTO, NEL PAESE RISIEDEVANO 132 ANIME, SUIO CESSERA’ DI ESSERE COMUNE. IL CASTELLO NELLA SUA FORMA ORIGINARIA RISALIREBBE AGLI INIZI DEL ‘200, DI PIANTA QUADRATA ERA COMPOSTO DA MURA IN PIETRA LOCALE CON TORRI ANGOLARI CILINDRICHE CON BECCATELLI E MERLATURE. NELLA PARTE SUD DELLE MURA C’ERA UNA PORTA, NON PIU’ ESISTENTE, CHE VENIVA APERTA LA MATTIMA E CHIUSA LA SERA, DALLA QUALE GLI ABITANTI USCIVANO PER ACCUDIRE SOPRATTUTTO AI LAVORI DEI CAMPI. NEL PUNTO PIU’ ALTO DEL CASTELLO SI ERGEVA MAESTOSA UNA TORRE, CHE SERVIVA PER SORVEGLIARE LA PIANA SOTTOSTANTE E PER COMUNICARE CON CASTELLI VICINI. QUESTA TORRE ANDO’ DISTRUTTA  IN PARTE DAL TERREMOTO DEL 9 SETTEMBRE 1349, POI COMPLETAMENTE NEL 1912. BUONA PARTE DELLE MURA PERIMETRALI E DEL MANUFATTO INTERNO E’ STATO COMPLETAMENTE MODIFICATO CON LA COSTRUZIONE AVVENUTA’ NELLA META DEL NOVECENTO DI EDIFICI DI CARATTERE ABITATIVO CHE HANNO ORMAI IRRIMEDIABILMENTE DANNEGGIATO LE ANTICHE STRUTTURE. DURANTE LA SECONDA GUERRA MONDIALE, IL PAESE DI SUIO, SITUATO SULLA LINEA GUSTAV, E’ STATO PARTICOLARMENTE COLPITO DAGLI EVENTI BELLICI E CON ESSO IL CASTELLO.  NEGLI ULTIMI ANNI LA FORTEZZA E’ STATA OGGETTO DI LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA E PARZIALE RESTAURO, NEL CORSO DEI QUALI SONO STATI RITROVATI I FRAMMENTI DI ALCUNI AFFRESCHI DI ETA’ DESIDERIANA DI PARTICOLARE PREGIO.

fonte

https://terradisuio.wixsite.com/terradisuio/storia-di-suio

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.