Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

“TERRITORI MUSICALI” ADERISCI AL PROGETTO

Posted by on Ago 13, 2020

“TERRITORI MUSICALI” ADERISCI AL PROGETTO

Territori Musicali nasce per rendere omaggio a chi ha resistito al processo di spolia- zione culturale prima ancora che materiale. A chi ha saputo tramandare, di generazione in generazione, suoni, racconti, pratiche di vita quotidiana, tecniche di costruzione di strumenti musicali e di lavoro.

Eroi che non compaiono sui libri di storia, ma le cui gesta vengono prepoten- temente dissepolte e riconosciute dalle comuni- ta locali. Spesso hanno vissuto sottotraccia, an- nullati da una classe dirigente che per soggioga- re un popolo, lo ha privato dei suoi punti di rife- rimento piu rappresentativi. Andava attaccata l’identita , andava cancellata la lingua, poi le fe- ste e i riti che scandivano i momenti di passag- gio piu critici delle loro esistenze. Feste e rituali antichissimi, che testimoniano un rapporto in- tenso del mondo rurale con la natura. Una cultu- ra popolare che dopo l’unita d’Italia e stata mes- sa ai margini da una casa regnante e da una clas- se politica che, per sostenere uno sviluppo eco- nomico a favore del Settentrione, ha represso e mosso discredito verso le identita caratterizzanti soprattutto il Meridione.

Oggi e il momento del partito del PIL con la sua bramosia di denaro e mercificazione di ogni aspetto della vita, compreso quello culturale. La nostra battaglia sara un corpo a corpo contro faccendieri, politici corrotti e imprenditori diso- nesti. Contro gli indifferenti alla bellezza. Contro chi vorrebbe appropriarsi dei beni pubblici per un uso speculativo. Contro chi manda in malora le citta , i paesi, le campagne per poi appropriar- sene e gestirle come discariche e beni di consu- mo usa e getta. Questa sara la nostra “missione”, intorno a cui cerchiamo di costruire una rete di soggetti “alleati”, che vogliono condividere la nostra stessa passione. A tutti chiediamo una mano, contributi redazionali, foto e, per chi puo’, un sostegno economico. La rivista  sara gratuita e verra spedita su  richiesta,  compatibilmente con la generosita dei lettori. Ci sara una versio-  ne online per raggiungere anche i piu piccoli comuni e ci sara una versione cartacea per chi ama ancora oggetti da maneggiare e conservare.

Giorgio Tupone

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.