Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Vallerotonda 28 dicembre 1943, La Strage Dimenticata

Posted by on Gen 1, 2022

Vallerotonda 28 dicembre 1943, La Strage Dimenticata

Il Cassinate, le Mainarde, l’alta Terra di Lavoro, palcoscenici di tragedie belliche che risalgono dalla notte dei tempi ma l’ultima, quella della seconda guerra mondiale, è stata la peggiore la più terribile. Sono tante le stragi e i crimini di guerra commessi nel suddetto conflitto e come sempre quelle avvenute nell’italia peninsulare sono le più terribili e sanguinose e, come accade da 160 anni, sono quelle che meno appaiono nei ricordi e nella divulgazione della storiografia ufficiale e nelle commemorazione a tiratura nazionale, una di queste è quella accaduta il 28 dicembre 1943 a Vallerotonda in località Collelungo di Cardito. Il primo che ha messo mano, in maniera scientifica, a quella immane tragedia è stato lo storico Laborino Costantino Jadecola che ci ha consigliato di intervistare la persona più accreditata, dopo di lui ovviamente, per parlare quanto accaduto in quella funesta mattina, Damiano Parravano Pres. Ass. Linea Gustav che sarà accompagnato da Benedetto Vecchio la memoria storica artistica dell’alta Terra di Lavoro. Martedì 28 dicembre alle ore 21 si potrà vedere in diretta la trasmissione, con sigla, locandina e coda finale curata come sempre dal Patriarca dell’alta Terra di Lavoro Raimondo Rotondi, per mettere un altro mattone nella riedificazione della monumentale e universale storia dell’alta Terra di Lavoro

2 Comments

  1. Grazie del video!…cosi’ partecipato e ricco di notizie e riferimenti..oltre a Montecassino e la tragedia delle marocchinate che sono le piu’ note… Ma e’ una guerra che ha avuto dei risvolti tragici ovunque, e nelle zone del nord-est si complico’ con altre mire espansionistiche dall’est Europa ed ebbe risvolti tragici di guerra civile…impiccagioni e foibe… Ero piccola ma ho ricordi vivissimi, a parte i bombardamenti notturni, il clima di sospetto e vicende di vendette personali… Non ne siamo usciti migliori sotto nessun aspetto e faremmo bene a riconsiderare quello che fummo e potremmo ancora essere, se ci riprendessimo in mano concordemente il nostro destino…caterina ossi

  2. Partecipo commosso alla rievocazione!

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.