Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

LE TRE GIORNATE DI NAPOLI DEL 1799

Posted by on Gen 24, 2021

LE TRE GIORNATE DI NAPOLI DEL 1799

Agli inizi del mese di gennaio del 1799, l’armata francese agli ordini di Championnet, straordinario personaggio che alle brillanti doti di generale unisce quelle di abile politico, si ritrova, senza colpo ferire, libera la strada per piombare su Napoli, grazie all’improvvida ritirata, dal munitissimo campo trincerato di Capua, delle truppe avversarie guidate dal generale Mack, il quale, peraltro, nell’operazione di sganciamento, perde oltre la metà dei suoi uomini. Praticamente una disfatta senza combattere.

Read More

LA SITUAZIONE ECONOMICA DOPO L’UNITÀ di VINCENZO GIANNONE

Posted by on Gen 19, 2021

LA SITUAZIONE ECONOMICA DOPO L’UNITÀ di VINCENZO GIANNONE

tratto dalla seconda edizione del 2020 “la Garibaldite” di Vincenzo Giannone da (pag. 799 a pag. 815)

Dopo la sconfitta di Napoleone I e l’avvenuta restaurazione del 1815, il Piemonte registrava sul libro del debito pubblico un debito di 4.805.472,62. Nel 1831 Carlo Alberto contrasse un prestito di 25 milioni e nel 1834 un altro di 20. Altri piccoli impegni furono contratti nel 1841 e nel 1844, e dal 1815 al 1847 il debito raggiunse 135 milioni.

Read More

I DELITTI GIOIOSI DELLA RIVOLUZIONE – G.DE SIVO

Posted by on Gen 15, 2021

I DELITTI GIOIOSI DELLA RIVOLUZIONE – G.DE SIVO

Ora m’è strazio a descrivere i delitti gioiosi della rivoluzione: ebbra della incredibile vittoria, quelle passioni, quelle meridionali fantasie sfuriavano. Avean goduto tant’anni libertà civile, dettala tirannia ; ora la libertà nuova tanto a gola gridata non sapevano, nè potevano intenderla altro che il poter far tutto e pigliar tutto.

Read More

Gennaio 1862, Castellammare del Golfo: i piemontesi fucilano Angelina Romano, una bambina di 9 anni!

Posted by on Gen 13, 2021

Gennaio 1862, Castellammare del Golfo: i piemontesi fucilano Angelina Romano, una bambina di 9 anni!

A Castellammare del Golfo, ricorda Ignazio Coppola, era esplosa una rivolta contro la leva obbligatoria introdotta dai Savoia che strappava dalle campagne i giovani siciliani per un periodo che andava da 5 a 7 anni! Questa in giustizia riguardava la povera gente, perché i figli dei ricchi – i Cutrara – pagavano ed erano esentati. Da qui la ribellione finita n un bagno di sangue. Le belve piemontesi risposero con fucilazioni a catena, anche per una bambina di nove anni 

Read More