Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

“Successe il 48” per la ribrica “Incontro con l’Autore” ne parliamo con Vincenzo Gulì

Posted by on Set 29, 2022

“Successe il 48” per la ribrica “Incontro con l’Autore” ne parliamo con Vincenzo Gulì

Quante volte nella nostra breve vita abbiamo sentito mo succede il “48 e che è il “48!!! e se è un detto popolare vuol dire che quell’anno ha lasciato il segno nell’immaginario collettivo non soltanto italiano ma europeo. I moti rivulzionari del 1848 è materia molto narrata e divulgata soprattutto dai risorgimentali che lo elevano a loro simbolo esaltando i protagonisti che alla fine erano solo dei rivoluzionari che il loro operato in altre situazioni viene considerato terrorismo. La precarietà delle tesi risorgementali del 1848 emerge con grande evidenza quando qualche studioso identitario ci mette le mani come ha fatto Vincenzo Gulì che ha scritto un manuale molto esaustivo e completo su quei fatti regalandoci uno spaccato su quanto accaduto in Europa, in Italia e nel Regno delle Sicilie con tanto di riferimenti bibliografici che permette al lettore desideroso di approfondire l’argomento di avere una bussola storico-letteraria. Per la rubrica “Incontro con l’Autore” venerdi 30 settembre alle 21 faremo una chiacchierata con Vincenzo Gulì e per vederla basta cliccare di seguito

Read More

La Chanson d’Aspremont o Canzone d’Aspromonte

Posted by on Set 29, 2022

La Chanson d’Aspremont o Canzone d’Aspromonte

La Chanson d’Aspremont (o Canzone d’Aspromonte), scritta intorno alla prima metà del XII secolo, è una chanson de geste appartenente al ciclo carolingio, considerata tra le grandi opere della letteratura medievale di origine normanna, prologo della Canzone di Rolando (la Chanson de Roland, capostipite del genere) e dunque delle successive Orlando innamorato e Orlando Furioso. Essa canta la storia d’amore tra Ruggieri e Gallicella e la caduta della città di Risa (Reggio Calabria in epoca normanna) in un Sud Italia invaso dai Saraceni, e la storia di Rolandino (il giovane Rolando dei successivi poemi) che proprio in Aspromonte ha la sua iniziazione di cavaliere, scopre se stesso e la sua condizione di eroe. I valori che caratterizzano la canzone di gesta sono:

Read More

SALEMI E SGARBI CELEBRANO LA RICORRENZA DELL’ITALIA COLONIZZATA

Posted by on Set 28, 2022

SALEMI E SGARBI CELEBRANO LA RICORRENZA DELL’ITALIA COLONIZZATA

Il neo sindaco di Salemi, Prof. Vittorio Sgarbi, che gode il nostro pieno rispetto per le sue idee di professore e critico d’arte, ancora ritiene evento epocale l’impresa di Garibaldi e dei suoi “mille scriteriati” che sono così ricordati da Angela Pellicciari ne “L’altro Risorgimento-Una guerra di religione dimenticata”: Chi erano i Mille che salparono accompagnati dalle benedizioni dei liberali di tutti i continenti? Garibaldi li descrive cosi: ‘Tutti generalmente di origine pessima e per lo più ladra; e tranne poche eccezioni con radici genealogiche nel letamaio della violenza e del delitto’”.

Read More