Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Sulla politicità del brigantaggio meridionale dopo il 1860

Posted by on Giu 14, 2024

Sulla politicità del brigantaggio meridionale dopo il 1860

Tommaso Cava de Gueva fu un ufficiale dell’esercito borbonico che nel maggio del 1860, a pochi mesi dal crollo finale del Regno delle Due Sicilie, entrò a far parte dello Stato maggiore del generale Pianell. Il 18 luglio raggiunse il fronte del Volturno e il 19 ottobre ricevette la nomina a capo di Stato Maggiore della divisione rimasta a Capua che, al suo comando, effettuò alcune brillanti sortite prima del vero e proprio blocco della piazza, dopo il quale capitolò il 2 novembre 1860.

Read More

ANALISI POLITICA DEL BRIGANTAGGIO ATTUALE NELL’ITALIA MERIDIONALE-CAPITANO TOMMASO CAVA DE GUEVA

Posted by on Giu 14, 2024

ANALISI POLITICA DEL BRIGANTAGGIO ATTUALE NELL’ITALIA MERIDIONALE-CAPITANO TOMMASO CAVA DE GUEVA

Il Capitano Tommaso Cava De Gueva appartiene a quella schiera di eroi misconosciuti che l’arroganza e la stupidità degli uomini al potere ha cercato di cancellare dalla memoria dei suoi connazionali.

Il tempo dirà tutto alla posterità. E’ un chiacchierone, e per parlare non ha bisogno di essere interrogato.” recita un frammento di Euripide che abbiamo inserito nella nostra homepage. Questo sta accadendo.

Read More

STORIA DI FERDINANDO II RE DEL REGNO DELLE DUE SICILIE DAL 1830 AL 1850 (XI)

Posted by on Giu 14, 2024

STORIA DI FERDINANDO II RE DEL REGNO DELLE DUE SICILIE DAL 1830 AL 1850 (XI)

Dovremmo smettere di definire certi storici “borbonici” e chiamarli semplicemente “preunitari” o “napolitani” nel nostro caso. Non si  capisce per quale motivo il Colletta che non scrive certo un trattato di obiettività scientifica sia considerato uno storico e i napolitani che scrissero al tempo di Ferdinando II siano considerati dei lacchè di regime.

Gli esuli pagati profumatamente in quel di Torino dal conte di Cavour per scrivere le loro ricostruzioni storiche antiborboniche che cos’erano? I depositari  della verità rivelata?

Buona lettura e soffermatevi sul profluvio veramente impressionante di innovazioni normative operate dal Re Ferdinando II.

Read More

la guerra di CORSA nel Mediterraneo

Posted by on Giu 14, 2024

la guerra di CORSA nel Mediterraneo

Rapporti con i corsari e pirati di Stati amici o non nemici


I rapporti di assistenza coi corsari sono resi noti con un manifesto del 1 agosto 1693 a firma del viceré Giovanni Francesco Paceco Gomez de Sandoval, Mendoza, duca d’Uzeda il quale ordina:
“v’ordinamo, che capitando nella marina di cotesta Città, o Terra, e Bergantino della Religione Hierosolimana, & altre imbarcattioni di Corsari amici, e Vassalli di Sua Maestà, debitamente alli Capitani delle medesime primo loco dargli le notizie dell’andamenti dell’imbarcattioni nemiche e di tutto questo stimate degno d’avviso per loro difesa, e cautela, con farli similmente assistere subito a loro spese di tutti quelli soccorsi & aggiuti necessarij di vitto, rinfreschi, & altri che richiederanno, a fine di restar gustosi & animarli al Corso in questi mari per cudodia (custodia) di questo Fidelissimo Regno, deportandovi però con ogni attenzione e zelo nella conservazione della salute pubblica con guardie & assistenza di persone qualificate à finche non faccino conservare, e praticare à detti Corsari con persona veruna di questo Regno per non sortir alcun inconveniente”. (7)

Read More

PROVE DI SOCIETÀ GIUSTA: SAN LEUCIO, 228 ANNI FA

Posted by on Giu 13, 2024

PROVE DI SOCIETÀ GIUSTA: SAN LEUCIO, 228 ANNI FA

Maurizio Franzini ed Eleonora Romano, dopo essersi imbattuti nel Codice Leuciano, l’insieme di leggi voluto nel 1789 da Ferdinando IV di Borbone per la colonia reale di San Leucio, ne riassumono i contenuti in tema di società giusta, merito, disuguaglianze e riflettono sulla loro sorprendente modernità. In particolare, Franzini e Romano richiamano l’attenzione sulla concezione del merito e il suo rapporto con le condizioni di partenza, sulle preoccupazioni per le conseguenze di un’eccessiva disuguaglianza e sui compiti dello Stato in una società giusta.

Read More