Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

PROF. FERNANDO DI MIERI RISPONDE A FEDERICO PALMIERI

Posted by on Gen 9, 2021

PROF. FERNANDO DI MIERI RISPONDE A FEDERICO PALMIERI

In questi giorni abbiamo pubblicato un articolo che riguarda il ricercatore Federico Palmieri dopo uno suo intervento a Rai Storia e come promesso pubblicheremo delle risposte, oggi cominciamo con il Prof. Fernando Di Mieri che ha dato la sua con un video.

Il Prof. Di Mieri  non ha solo commentato la suddetta trasmissione ma ha anche risposto con il suo stile e con la sua luminare preparazione, ad uno studio che Federico Palmieri, insieme al suo gruppo di lavoro, ha pubblicato nel 2019, vedendo l’intervento immaginiamo il voto che gli avrebbe dato.

Di seguito al video del Prof. Fernando Di Mieri chiedendo scusa anticipatamente se non dovesse essere gradito e all’altezza del corpo accademico dell’Università di Bari.

articolo con l’intervento e lo studio di Federico Palmieri

Read More

ASSUNTA TORNA ALLA CASA DEL PADRE

Posted by on Dic 16, 2020

ASSUNTA TORNA ALLA CASA DEL PADRE

Dopo una piena e serena esistenza terrena la Sig.ra Assunta Masullo in Di Mieri torna alla casa del Padre su una carrozza tutta d’oro trainata da Corsieri del Sole e scortata da un picchetto d’onore di colombe.
L’Ass.Id.Alta Terra di Lavoro si stringe alla tristezza dell’amato figlio Fernando e caro a tutti noi, ai suoi familiari più stretti e alle persone più care condividendo la serenità con cui stanno accompagnando la Sig.ra Assunta nel viaggio che la sta conducendo nel mondo dei giusti.

“Bonum certamen certavi, cursum consummavi, fidem servavi”: le parole di San Paolo adottate da Fernando Di Mieri

Read More

FERNANDO DI MIERI A CASA DI UMBERTO DE ROSA

Posted by on Dic 13, 2020

FERNANDO DI MIERI A CASA DI UMBERTO DE ROSA

Dopo il successo del talk show storico di agosto scorso tenutosi a Villamare di Vibonati e che ha visto una clamorosa vittoria da parte del gruppo storico degli Insorgenti napolitani sulla neo giovine italia, Umberto De Rosa non poteva non invitare, dopo aver dato voce a Fernando Riccardi, al suo prestigioso programma che gira sul canale piuessewebtv il Prof. Fernando Di Mieri che ha parlato dell’epopea dei Sanfedisti guidati da Card. Fabbrizio Ruffo.

Fernando ha parlato a braccio e s’è rivolto con amorevole affetto al popolo calabrese sottolineando il grande spirito che animato i sanfedisti nel 1799 nel compiere una grandissima e incontestabile impresa ricacciando l’invasore giacobino Francese, quello spirito che è ancora vivo e vegeto nelle genti calabre del terzo millennio.

l’Ass.Id. Alta di Lavoro è orgogliosa di aver visto due suoi associati illustri, come Fernando Di Mieri e Fernando Riccardi, nella trasmissione di Umberto e sente, permettete la presunzione, di aver fatto un grosso lavoro nell’aver portato i suddetti studiosi su palcoscenici a loro sconosciuti e aver permesso a platee abituate a seguire approfondimenti storici di conoscere il lavoro e il pensiero di intellettuali di notevole spessore poco presenti nella vulgata dominante per non dire quasi assenti rimanendone incantati.

Questo lavoro, sottile, costante e incessante dell’Associazione è stato possibile in Calabria anche grazie al contributo di Angelo Ciampi che s’è impegnato nel 2017 a far conoscere Ferdinando Riccardi ad Umberto De Rosa nella presentazione del testo a Scalea di Petromasi sulla marcia sanfedista ed edito dall’Ass.id. Alta Terra di Lavoro e ad Ennio Apuzzo che ha avuto fiducia nei propositi Laborini supportati da grande serietà e professionalità.

Di seguito il video del programma che non potete perdere

       

Read More

La Bibbia e i Padri del deserto (per non dire degli U2) di Fernando Di Mieri

Posted by on Dic 6, 2020

La Bibbia e i Padri del deserto (per non dire degli U2) di Fernando Di Mieri

Sempre l’uomo mira a qualcosa che trascenda il suo mondo più vicino. È incapace di starsene contento entro i limiti che il corpo e i sensi esteriori gli impongono. Né gli basta il sogno o il semplice viaggio fantastico, per quanto la rêverie svolga nella vita di ognuno e nella storia delle civiltà una funzione tutt’altro che trascurabile, se solo se ne considerino le presenze letterarie o culturali in genere. L’uomo vuole qualcosa di più. Si rifiuta ad un puro e semplice stato di flâneur dello spirito per essere pronto a concedersi a qualcosa di saldo, che dia senso e valore a quello che altrimenti sarebbe un puro vagabondare.

Read More