Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Eppure Ferdinando II non aveva studiato alla… Bocconi

Posted by on Apr 4, 2020

Eppure Ferdinando II non aveva studiato alla… Bocconi

tra i novatores napoletani, i filosofi del fare e non delle chiacchiere, ci fu Ferdinando Galiani che capì che la ricchezza di una società, comunità non passava attraverso la patrimonializzazione delle ricchezze o delle rendite ma attraverso la circolazione della moneta, la moneta più circola e più la ricchezza aumenta e si distribuisce. I liberali che auspicavano la modernità ma che ci hanno regalato il modernismo e, come disse il grande Zitara, lo sono ma con le cose degli altri,  e i borghesi che alla fine hanno creato il borghesismo e l’unico cosa che hanno a cuore e accumulare ricchezze e protezione, che però devono fare altri, dei propri averi hanno fatto ben altro. Chi attuo le teorie del Galiani e dell’altro grande , Genovesi, attraverso Ludovico Bianchini fu Ferdinando II di Borbone creando uno stato che ancora oggi è preso ad esempio, per gli addetti ai lavori, come il migliore modello possibile. Grazie anche al lavoro del Dr. Ubaldo Sterlicchio, di seguito riportato, possiamo apprezzare la politica illuminata, umana e lungimirante di Ferdinando II. Bastava che fosse vissuto una decina di anni  in più e dopo la sconfitta dei francesi a Sepang, con la conseguente crisi del modello economico giacobino, che la grandiosa visione economica di Ferdinando II figlia del Genovesi, del Galiani, del Filangieri e attuata dal Bianchini fosse risultata quella vincente.

Read More

LA SPEDIZIONE DEI MILLE DI UBALDO STERLICCHIO

Posted by on Nov 10, 2017

LA SPEDIZIONE DEI MILLE DI UBALDO STERLICCHIO

Egregio signor Saltarelli,

ho letto attentamente l’articolo inviatomi e dal quale emerge un’interpretazione sui generis, in chiave economico-finanziaria, degli avvenimenti che, a seguito della spedizione di Mille, portarono alla caduta del Regno delle Due Sicilie.

Read More

UBALDO STERLICCHIO RISPONDE AL SIG. DM

Posted by on Set 3, 2017

UBALDO STERLICCHIO RISPONDE AL SIG. DM

Tempo fa il Dr. Ubaldo Sterlicchio ha pubblicato su questo blog un articolo molto importante sulla giustizia penale del Sud prima e dopo l’unità d’Italia e qualche giorno fa un Signore, che si firma DM,  ha lasciato due commenti in fondo all’articolo a cui ho risposto come Pres. Ass. Id. Alta Terra di Lavoro. Anche Ubaldo ha voluto scrivere una risposta che pubblichiamo preceduto dal link dell’articolo oggetto del confronto e dai commenti del Sig. DM. Ometto di riportare le mie risposte perché sono superflue che sono comunque riportate.

Read More

Demani ed usi civici nel Regno delle Due Sicilie

Posted by on Giu 24, 2017

Demani ed usi civici nel Regno delle Due Sicilie

Nel Regno borbonico, le terre pubbliche venivano concesse in uso a chi le lavorava, per il sostentamento della propria famiglia, dietro pagamento al fisco della cosiddetta decima sul raccolto. Esercitando i cosiddetti usi civici e beneficiando dell’istituto dell’enfiteusi, i contadini erano detentori ed usufruttuari dei terreni demaniali, che restavano però sempre di proprietà dello Stato. Ferdinando IV di Borbone, con la Prammatica XXIV De administratione Universitatum del 23 febbraio 1792, nell’intento di farne dei piccoli coltivatori diretti, aveva disposto l’assegnazione ai contadini di appezzamenti di terra nella misura in cui essi potevano coltivarli con la propria opera.

Read More