Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

L’altro 1799: massacri, saccheggi e il giudizio (negativo) di Mazzini sulla Repubblica Napoletana

Posted by on Lug 20, 2020

L’altro 1799: massacri, saccheggi e il giudizio (negativo) di Mazzini sulla Repubblica Napoletana

Quella napoletana fu una rivoluzione “non necessaria”. Come scrisse lo stesso Benedetto Croce, “la rivoluzione francese si legava realisticamente a condizioni particolari della Francia, diverse da quelle dell’Italia e di Napoli in ispecie dove, tra l’altro, non c’erano né parlamentari né altri istituti e classi che si opposero alle riforme monarchiche” (1). Ancora più lapidario il giudizio di Luigi Blanch (altro storico tutt’altro che di simpatie borboniche): “A Napoli i giacobini erano una minoranza quasi impercettibile aspirante a stabilire, per mezzo della conquista, una forma di governo non voluta dal paese… furono irritati dall’energica resistenza popolare… nel senso morale fu una fortuna, che divenissero vittime che, se avessero trionfato, sarebbero stati carnefici tanto più crudeli quanto più erano pochi” (2)………….continua in versione pdf

Gennaro De Crescenzo

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.