Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Non solo Maryland Le novità dal Colorado, dalla California e dal Vermont

Posted by on Apr 10, 2022

Non solo Maryland Le novità dal Colorado, dalla California e dal Vermont

L’orrore continua I Democratici contro la vita innocente

Mentre la guerra infuria in Ucraina e mentre si attende con fiducia la decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti a proposito della controversia Dodds vs Jackson, che potrebbe sovvertire la sentenza Roe vs Wade (1973) con cui si rendeva legale la pratica abortiva entro blandi limiti, diversi Stati della Federazione guidati dai Democratici (tanti esponenti di questo schieramento però non si fanno scrupolo di presentare proposte anche altrove) si ribellano a questa eventualità e stanno già concretizzando opzioni e proposte normative miranti a continuare, il più delle volte esacerbolo, l’attacco alla vita innocente.

Grazie alla cortesia ed alla sensibilità per queste tematiche nutrita da  Claudio Saltarelli, curatore di altaterradilavoro.com , ho già parlato in un articolo di quanto è stato proposto nel Maryland e realizzato, con Gianandrea De Antonellis, un video dedicato a questa dissennatezza etico-politico-giuridica. Ora vi parlo di alcune altre orribili novità, che ci giungono dal Colorado, dalla California e dal Vermont.

Cominciamo dal primo Stato. Il Governatore (ovviamente: democratico) Jared Polis ha promulgato lo scorso lunedì una legge che rende legale l’uccisione del bambino non nato fino all’ultimo momento di gravidanza. Naturalmente, ciò è dovuto al fatto che questi è ritenuto non avere alcun diritto proprio (indipendente o derivato) che lo Stato intenda o debba tutelare (“A FERTILIZED EGG, EMBRYO, OR FETUS DOES NOT HAVE INDEPENDENT OR DERIVATIVE RIGHTS UNDER THE LAWS OF THIS STATE”. Download: https://leg.colorado.gov/sites/default/files/documents/2022A/bills/2022a_1279_enr.pdf).

La California, terra di avventure tecnologiche e avventurismi etici, non poteva certo essere da meno. Anzi, sembra pronta ad accogliere anche una prospettiva infanticida. Ormai è già stato presentato un disegno di legge (AB 223. Download: https://leginfo.legislature.ca.gov/faces/billTextClient.xhtml?bill_id=202120220AB2223), che prevede, dietro la solita furbata dello scambio di parole tra “prenatale” e “perinatale”, anche la possibilità dell’infanticidio: “123467. (a) Nonostante ogni altra legge, una persona non sarà soggetta a responsabilità civile o penale o a penalità, o altrimenti privata dei suoi diritti, diritti ai sensi del presente articolo, sulla base delle sue azioni o omissioni riguardo alla sua gravidanza o all’esito reale, potenziale o presunto della gravidanza, compreso l’aborto, il parto morto, o l’aborto, o la morte perinatale, morte perinatale dovuta a una causa correlata alla gravidanza. (“Notwithstanding any other law, a person shall not be subject to civil or criminal liability or penalty, or otherwise deprived of their rights, rights under this article, based on their actions or omissions with respect to their pregnancy or actual, potential, or alleged pregnancy outcome, including miscarriage, stillbirth, or abortion, or perinatal death. death due to a pregnancy-related cause”).

V’è da chiarire un punto a questo proposito. In data 6 aprile 2022 ho scaricato una prima volta il testo, che si fermava a “morte perinatale” (“perinatal death”. Vedi anche il sito di LifeSite, che riporta le cose in questi termini. Download: https://www.lifesitenews.com/news/colorado-legalizes-abortion-until-moment-of-birth/ ). Oggi, 7 aprile, ho scaricato di nuovo il testo, che ora risulta come più sopra ho riportato. La formula appare molto parzialmente attenuata, ma in ogni caso negatrice dei diritti di base del neonato.

E lo splendido Vermont?  Lì è stato approvato (agli inizi dello scorso febbraio) un emendamento costituzionale, che, se dovesse superare anche il giudizio degli elettori, farebbe del Vermont il primo Stato della Federazione ad inserire il diritto delle donne ad abortire nella propria costituzione. Come più sopra ricordavo, la ragione di questa accelerazione massiva di parte democratica all’adozione di strumenti giuridici di tutela, come oggi si è costretti a dire, della “salute riproduttiva della donna” (tradotto: diritto di uccidere il bambino non nato e a volte anche quello già nato) sta nella concreta possibilità che la Corte Suprema federale adotti una decisione che sconvolga la Roe vs Wade. (Legislatures in some states, including Texas, have severely limited a woman’s right to abortion in recent years. Vermont abortion supporters said the constitutional amendment, known as Proposition 5, was needed because the U.S. Supreme Court is considering a Mississippi law that could overturn Roe v. Wade, the 1970s ruling that guarantees a woman’s right to abortion. Download: https://www.webmd.com/a-to-z-guides/news/20220209/vermont-house-approves-abortion-rights-amendment).

Speriamo che la Corte Suprema non ci deluda.

Fernando di Mieri

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.