Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Breve storia della nascita degli Ascari

Posted by on Dic 6, 2019

Breve storia della nascita degli Ascari

Gli ascari erano soldati indigeni inquadrati come componenti regolari nelle forze armate del Regio Esercito. Questo corpo militare ritrova le sue origini in una banda di mercenari, conosciuti come i bashi-buzuk (teste matte), creata in Eritrea dall’albanese Sangiak Hassan, un avventuriero che si era messo a disposizione dei benestanti del luogo.

Nel 1885 le teste matte furono comprate dal colonnello piemontese Tancredi Saletta, che costituì i primi reggimenti indigeni che, in appoggio ai suoi bersaglieri, sbaragliarono velocemente i predoni dancali e conquistarono l’entroterra di Massaua.  Nel 1889, con la costituzione di quattro battaglioni indigeni, i bashi-buzuk furono ribattezzati ascari, dall’arabo askar, soldato.  In principio, gli ascari venivano reclutati nell’Arabia meridionale e in Eritrea. Quest’ultima ci fornì il più alto numero di ascari, che finirono per diventare il maggior prodotto d’esportazione della colonia: quando l’Italia fascista dichiarò guerra all’Impero d’Etiopia, il 40% della popolazione eritrea era impegnata militarmente nelle nostre file.

Gli ascari erano organizzati in plotoni, compagnie e battaglioni, ma prima di entrarvi regolarmente dovevano superare una prova: sessanta chilometri di marcia lungo impervi territori eritrei. Possedevano una disciplina molto rigida, specialmente se impartita dai loro superiori, gli scium-basci (sergenti) ed i buluk-basci (caporali), ed indossavano un’elegante divisa bianca, una fascia attorno alla vita il cui colore variava a seconda del reggimento in cui militavano, il tarbusc ed il fez. Queste truppe combatterono con coraggio e onore al fianco delle truppe metropolitane, dimostrando infinite volte la loro inflessibile fedeltà alla bandiera italiana.

di Antonio Valerio Fontana

fonte https://italiacoloniale.com/2015/03/17/breve-storia-della-nascita-degli-ascari/?fbclid=IwAR2QcpoUAZF5KN3sRLNSt6YXMjtLft-2fueQqu_oWXTQMjtl_xroCqxy3vE

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.