Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

LA VERITA’ DI SETTEMBRINI NEI RICORDI DEL SUO ALLIEVO PREDILETTO FRANCESCO TORRACA

Posted by on Feb 7, 2021

LA VERITA’ DI SETTEMBRINI NEI RICORDI DEL SUO ALLIEVO PREDILETTO FRANCESCO TORRACA

REGNO DUE SICILIE. LE “SEVIZIE” AI CONDANNATI POLITICI:

Ebbi non poca parte nella faccenda delle lettere del Gladstone che tanto bene fecero alla causa italiana. Però – soggiungeva – ho letto in molti libri, e di recente nella storia dello Zini, di sevizie patite da noi condannati politici: ciò non è esatto. Nessuno non ardì mai metterci le mani addosso, né prima né dopo la condanna. Ero condannato a vita e non portavo i ferri come li portavano altri condannati a tempo. Una fu la grande sevizia, chiuderci con ladri e con omicidi; i quali, del resto, ebbero sempre grande rispetto per noi.

(Francesco Torraca (allievo di Luigi Settembrini), “Notizie su la vita e gli scritti di Luigi Settembrini raccolte da Francesco Torraca”, Presso A. Morano libraio-editore, Napoli 1877, pp. 44-45)

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.