Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria olim Campania Felix

Me voglio spartere:di Ferdinando russo

Posted by on Gen 15, 2022

Me voglio spartere:di Ferdinando russo

Prufessò, m’aggia spartere! — E perchè?
— Ciccilo me fa tanta nfamità…
— E che ti fa, sentiamo, che ti fa?
— Nu muorzo ‘e rrobba nun m’ ‘o fa vedè!

— Ma sta a spasso? — Gniernò, sta a faticà!
È tagliatore ‘e pell’ ‘e guante… — Che?!
E che guadagno fa? — Chello ched’è:
una e cinquanta, una e sissanta, va!

— E tu che fai? — Che faccio, neh signò?
Parola mia nun me ne fido cchiù!
Chillo, ‘o juorno, che ssa’ chello che vo’!

Po’ quann’è ‘a sera, ‘o vino ‘o fa ammalì!
Se retira, se cocca, e « ronfa tu! »
Facite c’aggio tuorto, signurì?!

fonte

Me voglio spartere:di Ferdinando russo – LE POESIE DEGLI ALTRI (forumfree.it)

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.