Alta Terra di Lavoro

già Terra Laboris,già Liburia, già Leboria

MUSEO LOMBROSO di FIORENTINO BEVILACQUA

Posted by on Feb 12, 2016

MUSEO LOMBROSO di FIORENTINO BEVILACQUA

nella nostra associazione ci sono medici, dirigenti, scrittori, avvocati, agricoltori e c’è anche il biologo da Roccamonfina con il pensiero filosofico Fiorentino Bevilacqua di cui riporterò un suo pensiero sul Museo Lombroso…………………

Sul profilo fb  Pikaia – il portale dell’evoluzione … a commento di un articolo che chiedeva che non fosse chiuso il museo Lombroso e indicava il sito dove era possibile lasciare la propria firma per sostenere questa iniziativa contrapposta all’altra che, su altro indirizzo, è possibile lasciare la propria firma per chiedere, invece la chiusura della stesso museo (richiesta di chiusura che anche io ho sottoscritto), ho pubblicato il mio commento; eccolo.

Anche io ho firmato la richiesta di chiusura.

Non accetto che si mettano in mostra le teste di miei conterranei che, 150 anni fa, si battevano per il ritorno di ciò che mai avevano scelto di mandare via, si battevano per il ritorno di condizioni che erano tutt’altro che insoddisfacenti e penalizzanti.

Oltretutto, se vengono mostrate come esempio di tratti salienti che dimostrerebbero la natura criminale, ereditaria, propria di certe genti di cui anche io, con i miei avi, faccio orgogliosamente parte, vuol dire che le Popolazioni meridionali hanno propri tratti genetici distintivi, negativamente distintivi.

Per questo, per l’infondatezza dei presupposti alla base della teoria lombrosiana e per una ormai ineludibile revisione degli eventi di 150 anni fa, io chiedo che quella sezione venga chiusa, al più presto: essa non è soltanto un oltraggio a noi meridionali, ma anche al paese Italia e alla stessa Scienza.

Un museo, in quanto tale, è aperto a tutti, anche ad un pubblico non specializzato che, di antropologia sapendo poco o nulla, potrebbe facilmente fraintendere tanto più che le distanze, da quelle teorie (le teste messe lì dimostrano che hanno prodotto fatti), non sono mai state pubblicamente e diffusamente prese come accaduto per altri nefasti comportamenti del genere umano: non ci sono anticorpi culturali, socialmente diffusi, verso di esse diretti.

A meno che non fosse chiaramente specificato, illustrato, che quella sezione di scientifico non ha mai avuto nulla e che, anzi, dimostra quanto male possa fare la Scienza quando, cessando di essere tale, si piega o viene usata per altre esigenze ed altri scopi, essa va chiusa.

Mantenerla, senza le precisazioni anzidette (a parte il fatto che quei Resti dovrebbero essere restituiti, quanto meno, al Territorio e alle famiglie di appartenenza), sarebbe come se, in un museo di Biologia, nella sezione di genetica, si esponessero, ad un pubblico eterogeneo, i lavori di Lysenko accanto a quelli di Darwin … senza precisazione alcuna.

Questo caso, però, non riguarda piselli e cereali, ma persone e Popoli.

 

Fiorentino Bevilacqua

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: